Sei qui: Home » Società » I 5 borghi culturali più belli d’Italia
Consigli di viaggio

I 5 borghi culturali più belli d’Italia

Con l’estate arrivano anche le vacanze, quale occasione migliore per visitare qualche borgo? Ecco i 5 borghi culturali più belli

È arrivata l’estate e insieme a lei le vacanze. I borghi sono luoghi perfetti per trascorrere le ferie estive o un fine settimana diverso dal solito. Quale occasione migliore allora per visitarne qualcuno? L’Italia è un paese ricco di borghi e paesini caratteristici per trascorrere del tempo all’insegna della cultura fuori porta. in questo articolo vi proponiamo i 5 borghi culturali più belli del nostro Paese.

Certaldo, Toscana

Certaldo è un piccolo borgo nella Valdelsa toscana a cavallo tra la provincia di Siena e quella di Firenze che, nel 1313, ha visto nascere il grande Giovanni Boccaccio. Molto caratteristico, Certaldo ha diversi punti di interesse, tra cui Palazzo Pretorio, con la facciata piena di stemmi delle famiglie fiorentine che qui vi governarono. Nella visita al Palazzo Pretorio è possibile anche ammirare alcune opere di Pierfrancesco Fiorentino. A pochi passi dal Palazzo si trova anche la casa natale del Boccaccio. All’interno si trovano mobili e arredi, che testimoniano la vita trascorsa del poeta, ed una piccola biblioteca con alcune edizioni illustrate del Decameron.

 

Busseto, Emilia-Romagna

Situato nella bassa parmense, Busseto si trova tra le province Giuseppe Verdi ha dato al borgo di Busseto una fama immortale. Il grande compositore nacque a Roncole nel 1813 ma visse per quasi tutta la vita nel piccolo centro. Sulla piazza si affacciano il Teatro Verdi, datato tra il 1856 e il 1868 e Casa Barezzi, dove il compositore visse con la moglie Margherita Barezzi. La casa racchiude al suo interno numerosi cimeli – testimonianze della formazione e della futura carriera di Verdi – lettere autografe, documenti iconografici, ritratti originari del Maestro e dei suoi esecutori durante il secolo scorso.

Spotorno, Liguria

Tra i borghi più belli, a due passi da Bergeggi e Noli, troviamo Spotorno, antico possedimento della potente Repubblica di Genova. La macchia mediterranea, aree erbose e coltivazioni agricole, paesaggi e colori che hanno ispirato la poesia di Camillo Sbarbaro, traduttore, poeta, scrittore ed aforista, nato a Santa Margherita nel 1888, ma molto legato a Spotorno dove trascorreva lunghi periodi di vacanza con i nonni. Spotorno e la Liguria furono protagonisti, infatti, della produzione letteraria di Sbarbaro.

Caprese Michelangelo, Toscana

Sempre in Toscana si trova un altro borgo culturale molto importante. A Caprese Michelangelo, a due passi da Anghiari in Valtiberina, infatti, nel 1475 nacque Michelangelo Buonarroti. Assolutamente da vedere in questo piccolo borgo è la casa natale di Michelangelo che ha sede presso il Castello di Caprese Michelangelo ed è costituito da tre edifici principali, Palazzo del Podestà, Palazzo Clusini e la “corte alta”, racchiusi dentro la cinta muraria che comprende l’antica piazza d’armi, ora un giardino con esposizioni.

Urbino, Marche

Ultimo, ma non meno importante è il borgo di Urbino che nel 1483 ha visto nascere uno dei più grandi pittori e scultori italiani, Raffaello Sanzio. Dell’artista si può visitare la casa dove è nato e cresciuto, oltre a ciò, Urbino è una località ricchissima di cultura. Si può ammirare il meraviglioso Palazzo Ducale e lo studiolo del duca con le decorazioni in legno intarsiato, il Duomo ed il ciclo di affreschi dell’Oratorio di San Giovanni Battista.

 

© Riproduzione Riservata