Sei qui: Home » Poesie » “T’amo”, la dichiarazione d’amore in versi di Paul Éluard
La Poesia

“T’amo”, la dichiarazione d’amore in versi di Paul Éluard

“T’amo” è una splendida poesia scritta da Paul Éluard, una dichiarazione d’amore universale e senza tempo.

Una poesia di Paul Éluard che parla d’amore. Si sa, le poesie d’amore sono tra le più belle ed emozionanti. Ce ne sono alcune, poi, che costituiscono degli autentici capolavori, e che sono capaci non solo di commuoverci e di farci immedesimare, ma addirittura di tirar fuori dal nostro cuore dei sentimenti che non trovano modo di essere espressi, per la forza e la profondità che li caratterizza.

È questo il caso di “T’amo”, “Je t’aime” nella versione originale, una poesia scritta da Paul Éluard che canta l’amore, e lo fa in modo magistrale, universale, potentissimo, accostando il sentimento ai gesti più semplici e frugali della giornata e, allo stesso tempo, ad immagini inusuali e cariche di energia.

La traduzione che condividiamo è di Vincenzo Accame, ed è tratta dalla raccolta “Ultime poesie d’amore” edita da Passigli Poesia nel 1996.

T’amo di Paul Éluard

T’amo per tutte le donne che non ho conosciuto
T’amo per tutte le stagioni che non ho vissuto
Per l’odore d’altomare e l’odore del pane fresco
Per la neve che si scioglie per i primi fiori
Per gli animali puri che l’uomo non spaventa
T’amo per amare
T’amo per tutte le donne che non amo

Sei tu stessa a riflettermi io mi vedo così poco
Senza di te non vedo che un deserto
Tra il passato e il presente
Ci sono state tutte queste morti superate senza far rumore
Non ho potuto rompere il muro del mio specchio
Ho dovuto imparare parola per parola la vita
Come si dimentica

T’amo per la tua saggezza che non è la mia
Per la salute
T’amo contro tutto quello che ci illude
Per questo cuore immortale che io non posseggo
Tu credi di essere il dubbio e non sei che ragione
Tu sei il sole forte che mi inebria
Quando sono sicuro di me.

Je t’aime

Je t’aime pour toutes les femmes que je n’ai pas connues
Je t’aime pour tous les temps où je n’ai pas vécu
Pour l’odeur du grand large et l’odeur du pain chaud
Pour la neige qui fond pour les premières fleurs
Pour les animaux purs que l’homme n’effraie pas
Je t’aime pour aimer
Je t’aime pour toutes les femmes que je n’aime pas.

Qui me reflète sinon toi-même je me vois si peu
Sans toi je ne vois rien qu’une étendue déserte
Entre autrefois et aujourd’hui
Il y a eu toutes ces morts que j’ai franchies sur de la paille
Je n’ai pas pu percer le mur de mon miroir
Il m’a fallu apprendre mot par mot la vie
Comme on oublie.

Je t’aime pour ta sagesse qui n’est pas la mienne
Pour la santé
Je t’aime contre tout ce qui n’est qu’illusion
Pour ce coeur immortel que je ne détiens pas
Tu crois être le doute et tu n’es que raison
Tu es le grand soleil qui me monte à la tête
Quand je suis sûr de moi. 

Paul Éluard

Paul Éluard, pseudonimo di Eugène Émile Paul Grindel, è stato un poeta francese, tra i maggiori esponenti del movimento surrealista. Nato a Saint-Denis nel 1895, il poeta sceglie lo pseudonimo “Éluard” in ricordo della nonna materna. Per comporre i suoi versi si ispira al vitalismo di Whitman e all’armoniosa musicalità delle opere di Verlaine. Pubblica le sue prime poesie nel 1913.  Dopo aver trascorso 14 mesi in un sanatorio per via di un attacco di emottisi, allo scoppio della Prima Guerra Mondiale il giovane Paul Éluard viene arruolato nella fanteria.

Nei suoi versi, egli canta dapprima la pace e l’amore, senza mai mancare di sperimentare nelle forme e nello stile. Nella seconda fase della sua produzione, quando il poeta ha l’occasione di viaggiare e scoprire la realtà europea e quella asiatica, le tematiche acquistano una forte ispirazione sociale. Paul Éluard non smette di scrivere e comporre e, nonostante le difficoltà di salute, pubblica innumerevoli raccolte poetiche fino alla morte, sopravvenuta nel 1952 a seguito di un infarto.

 

 

© Riproduzione Riservata