9 curiosità su Alberto Angela che forse non conoscete

Oggi è il compleanno di Alberto Angela, lo studioso, paleontologo e divulgatore scientifico amatissimo dagli Italiani, Ecco 9 curiosità su di lui
8 curiosità su Alberto Angela che forse non conoscete

MILANO – Alberto Angela, nato l’8 aprile 1962 a Parigi, è il divulgatore scientifico più amato d’Italia. Oltre ad essere uno studioso, un ricercatore e un conduttore televisivo è anche un paleontologo che dagli anni ’80 dirige scavi e ricerche sul campo in quella che oggi è la Repubblica Democratica del Congo, in Tanzania, in Oman, in Etiopia e in Mongolia. I suoi programmi sono da sempre amatissimi: Ulisse, Superquark, Passaggio a nord ovest, Meraviglie sono trasmissioni culturali e scientifiche che attirano sempre moltissimo pubblico, a causa della capacità di Angela di trasmettere il suo sapere, del suo carisma e del suo immenso sapere. Oggi Alberto Angela compie 57 anni e a questo proposito vogliamo dirvi le cose che forse non sapete su di lui.

LEGGI ANCHE: Stasera Alberto Angela ci fa viaggiare da Parma al Val di Noto

  • È veramente un poliglotto: parla italiano, inglese, francese e swahili. Insomma, è la tipica persona che ovunque vada non teme il rischio di perdersi.

 

  • Gli sono stati dedicati una tartaruga marina molto rara dei mari della Colonia (Prunum AlbertoAngelai) e un asteroide.

 

  • Il suo esordio in TV è avvenuto per la prima volta all’estero: apparve sulla Tv Svizzera nel 1990; invece il debutto in Italia fu con “Il programma dei dinosauri“.

 

  • È stato rapito con la sua troupe in Niger, rischiando la vita: «Mitra puntato addosso, stavo per essere ucciso».

 

  • Colleziona la sabbia ed è in grado di riconoscere dal colore il deserto di provenienza.

 

  • Il Museo di Storia Naturale di New York gli ha proposto di prestare la voce per la versione italiana di un filmato sull’esplorazione dell’universo. Per la versione inglese le voci erano rispettivamente di Tom Hanks, Harrison Ford, Jodie Foster e Liam Neeson.

 

  • È un grande appassionato di caffè italiano: di mattina ne prende due, uno di seguito all’altro e quando va all’estero se ne porta sempre dietro una riserva.

 

  • È stato bocciato in quinta elementare: frequentava una scuola difficile e l’esame era parecchio complicato. Per un errore ha perso l’anno.

 

  • Gli piace nuotare: era considerato una promessa del nuoto per via delle molte medaglie e coppe che aveva vinto. La passione non l’ha abbandona e ancora adesso pratica il nuoto, facendo sempre un chilometro e mezzo di vasche.
© Riproduzione Riservata