Sei qui: Home » Lingua Italiana » I modi di dire benauguranti per accogliere il nuovo anno nel modo migliore
modi di dire

I modi di dire benauguranti per accogliere il nuovo anno nel modo migliore

Ecco 21 espressioni e i luoghi comuni più congeniali per accogliere il nuovo anno. Una selezione di "frasi fatte" della nostra tradizione per cominciare il 2022 "con il piede giusto". Scopriamone alcune.

Una mappa delle espressioni che ci possono servire nell’anno in cui, si spera, sconfiggeremo il virus. Prendendo spunto dall’articolo di Annarita Briganti pubblicato su Repubblica , vi proponiamo 21 modi di dire benauguranti in vista del nuovo anno.

I modi di dire benauguranti per accogliere il nuovo anno nel modo migliore

Insieme al fondatore di Libreriamo e autore del libro “Perché diciamo così” Saro Trovato, la giornalista ha selezionato alcune “frasi fatte” della nostra tradizione per cominciare il 2022 “con il piede giusto”. Scopriamone alcune.

"Perché diciamo così", il libro sul significato e origine dei modi di dire

“Perché diciamo così”, il libro sull’origine e sul significato dei modi di dire

Scopri perché utilizzi le frasi fatte, grazie al libro di Saro Trovato, fondatore di Libreriamo, in cui 300 modi di dire non avranno segreti

Ad maiora

“È una locuzione latina il cui significato è verso cose più grandi, cose maggiori”. Dev’essere lo slogan del nostro 2022.

Capro espiatorio

Lo scrittore francese Daniel Pennac adora questo modo di dire. Che il Covid non diventi un capro espiatorio, un alibi per non andare avanti.

Colpo basso

“Questo colpo rappresenta una gravissima scorrettezza ed è punibile con richiami e talvolta persino con la squalifica”, come ci ricorda Saro Trovato. Il Covid? Un colpo basso, ma dobbiamo farcela.

Di punto in bianco

Il modo di dire si riferisce ad un fatto accaduto all’improvviso, qualcosa che non ci ha dato il tempo di rendercene conto e, di conseguenza, di reagire nel migliore dei modi, come è avvenuto nel caso della pandemia. Ma ora i tempi sono maturi per vincere questa “battaglia”.

(Non) Fare gabole

Questo modo di dire significa “tessere imbrogli” e si rifà alla voce longobarda gabola (trappola). Non vogliamo gabole nel 2022.

Le scene indimenticabili dei film ambientati la notte di capodanno

Le scene indimenticabili dei film ambientati la notte di capodanno

La notte dell’ultimo dell’anno è una notte magica, si sa. In queste tre scene famosissime, di tre film diversi, i protagonisti ci hanno fatto sognare, ridere e innamorare proprio la notte del 31 Dicembre.

Perché diciamo così

Queste come le altre citate nell’articolo di Annarita Briganti sono alcune delle espressioni idiomatiche sono protagoniste all’interno del libro “Perché diciamo così” (Newton Compton), opera scritta dal fondatore di Libreriamo Saro Trovato contenente ben 300 modi di dire catalogati per argomento, origine, storia, tema con un indice alfabetico per aiutare il lettore nella variegata e numerosa spiegazione delle frasi fatte. Un lavoro di ricerca per offrire al lettore un “dizionario” per un uso più consapevole e corretto del linguaggio. Un “libro di società” perché permette di essere condiviso e di “giocare” da soli o in compagnia alla scoperta dell’origine e dell’uso corretto dei modi di dire che tutti i giorni utilizziamo. Un volume leggero che vuole sottolineare l’importanza delle espressioni idiomatiche. Molte di esse sono cadute nel dimenticatoio a causa del sempre più frequente utilizzo di espressioni straniere e anglicismi.   

aggiornato al 31 dicembre 2021

Potrebbe interessarti anche:
Perché c’è bisogno di poesia per affrontare la vita
Perché c'è bisogno di poesia per affrontare la vita

Da un'indagine di Libreriamo emerge che ben l’77% degli italiani ha l'esigenza di ricevere maggiori attenzioni e che le parole sono fondamentali al pari degli abbracci, dei baci e delle carezze.

“Parlare in versi”, una guida per scegliere la poesia giusta al momento giusto
“Parlare in versi”, una guida per scegliere la poesia giusta al momento giusto

Non c’è momento della nostra vita in cui non abbiamo bisogno di relazionarci e di comunicare con gli altri. Scopri nel libro "Parlare in versi", scritto dal fondatore di Libreriamo Saro Trovato, il verso giusto da dedicare ad una persona cara o per affrontare una situazione della vita

Vaccinazione, favorire il privilegio sarebbe l’errore più grande di chi governa
Vaccinazione, favorire il privilegio sarebbe l’errore più grande di chi governa

Facciamo chiarezza e seguiamo un iter certo e di buonsenso. Offrire un’immagine di ingiustizia darebbe ancora più spazio allo scontro sociale

Per uscire dalla crisi la competenza da sola non basta
Per uscire dalla crisi la competenza da sola non basta

La crisi di governo fa salire sui media la parola competenza. Siamo convinti che nella scelta dell’esecutivo servono altre virtù: coraggio, umiltà e carisma

Il Natale del 2020 diventi il simbolo della resistenza all’assuefazione digitale
Natale 2020 il simbolo della relazione

“Non ho voglia di tuffarmi in un gomitolo di strade”. Così recitava Giuseppe Ungaretti, nella splendida poesia “Natale”. Una frase che manifesta lo stato d’animo del poeta dopo il ritorno a Napoli nel 1916 in congedo dalla guerra. Un’esperienza dura, atroce quella vissuta  in guerra, in grado di mettere in Leggi articolo

“Ammiro chi resiste…” una frase da dedicare a chi sta vivendo la malattia
Ammiro chi resiste - Luis Sepulveda

"Ammiro chi resiste..." la frase di Luis Sepulveda che spinge a reagire alla paura, alla disperazione. Una frase che è un inno al rispetto per sé stessi e agli altri.

© Riproduzione Riservata