La manifestazione

“Verità per Regeni”, anche Erri De Luca manifesta davanti all’ambasciata d’Egitto

“Verità per Giulio Regeni”. E’ questa la richiesta di centinaia di persone che hanno manifestato davanti alla sede dell'ambasciata egiziana a Roma
“Verità per Regeni”, anche Erri De Luca manifesta davanti all’ambasciata d’Egitto

MILANO – “Verità per Giulio Regeni”. E’ questa la richiesta di centinaia di persone che hanno manifestato davanti alla sede dell’ambasciata egiziana a Roma a un mese esatto dalla scomparsa al Cairo del ricercatore friulano, sul cui cadavere, ritrovato alcuni giorni dopo, furono rinvenuti chiari segni di tortura.

LEGGI ANCHE: Regeni, morire per la cultura

GIUSTIZIA PER REGENI – L’appello rivolto alle autorità italiane è stato lanciato durante il sit-in, promosso dalla Coalizione Italiana Libertà e Diritti civili (Cild) e da Antigone e che ha visto la partecipazione di tante organizzazioni, come Amnesty, Articolo 21 e ‘Parte Civile’. “Sul corpo martoriato di Giulio Regeni c’è una firma, che noi di Amnesty conosciamo bene, quella dei funzionari dello Stato egiziano. Quella firma è stata lasciata su centinaia di altri uomini – ha dichiarato il portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury – Pretendiamo verità per Giulio, per i suoi straordinari genitori e per gli amici.

ERRI DE LUCA – Hanno aderito alla manifestazione diverse sigle (da Arci, Articolo 21, Cittadinanza attiva, Link Roma, Asgi, Usigrai, Fnsi, Cgil, Cisl, Uil), alcuni intellettuali e artisti, fra cui lo scrittore Erri De Luca e Lorenzo Terranera e qualche esponente politico. Non è la prima volta che Erri De Luca prende posizione e partecipa a manifestazioni del genere. In passato, si è schierato dalla parte dei manifestanti nei blocchi stradali contro la TAV, per sabotare “un’opera inutile e dannosa”. Processato a Torino, con il pm che aveva chiesto una condanna di otto mesi di reclusione, alla fine lo scrittore è stato assolto perché il fatto non sussiste.

© Riproduzione Riservata
Commenti