Sei qui: Home » Libri » Autori » “Studi sull’amore”, il libro di Franco Arminio sulla necessità dell’uomo di amare
Il libro

“Studi sull’amore”, il libro di Franco Arminio sulla necessità dell’uomo di amare

"Studi sull'amore" è il nuovo libro di Franco Arminio edito per Einaudi, una raccolta di poesie che racconta l'amore, la passione e la necessità di questi sentimenti nella nostra vita

Il 25 gennaio è uscito in libreria “Studi sull’amore“, la nuova raccolta di poesie di Franco Arminio edita da Einaudi che racconta la necessità dell’uomo di amore e passione. Un viaggio interessante e profondo che ci porta alla scoperta di quel sentimento che a volte, per paura, tendiamo a rinnegare.

 

“Studi sull’amore”

Con la sua lingua asciutta e lirica, sacrale e domestica, in cui c’è sempre uno scarto, uno slittamento inatteso, una sottile sensualità, Franco Arminio fotografa il corpo spaventato dalla morte e infiammato dall’amore. Non soltanto l’amore carnale, ma quello che ci conferma di esistere: l’amore per un figlio e quello per un angolo di paese, l’amore per una strada e quello per la madre, l’amore per un amico e per chi ci è ancora sconosciuto, al punto da scavare in noi il languore del desiderio. Nei suoi versi l’incontro erotico, sentimentale, è sempre un viatico verso Dio, raggira la morte e la corteggia, è miracolo ed epifania.

Arminio dedica poesie e prose commoventi anche agli amori – vissuti o mancati – di altri scrittori e poeti, da Kafka a Pasolini, da Susan Sontag ad Amelia Rosselli, trovando una voce nuova per indagare il coraggio di essere fragili che ognuno di noi ha sentito innamorandosi.

Farsi toccare dal sentimento

Questa volta, con “Studi sull’amore”, Franco Arminio indaga e racconta l’amore tra spiritualità e carnalità. Il libro arriva con un tempismo perfetto, come ci spiega l’autore: “Dopo un lungo processo di selezione ho scelto di unire in questo libro le poesie d’amore che più esprimessero il sentimento in maniera concreta, in un momento storico in cui anche il rapporto con l’amore stesso è cambiato. partendo proprio dall’impossibilità di toccarsi”. Arminio rende viva una raccolta poetica con parole dirette, profonde e ben selezionate creando così un libro in cui ogni componimento regala un abbraccio al lettore. Vivendo oggi in una relazione costante con la paura, l’amore è quell’incredibile miracolo capace di salvarci.

“L’amore è la continua ricerca dell’infinito”, definendo in questo modo spiazzante e più che mai reale il sentimento amoroso, Franco  Arminio ci insegna a credere nella sua forza.

“L’estate che resta”, l’esordio sorprendente di Giulia Baldelli-1201-568

“L’estate che resta”, l’esordio sorprendente di Giulia Baldelli

È uscito ieri in libreria “L’estate che resta”, l’esordio letterario di Giulia Baldelli edito per Guanda. Un libro che racconta su amore e giovinezza

 

L’amore come atto di fede

Arminio ci spiega che “l’amore è un atto di fede vero e proprio. Abbiamo avuto paura in questi due anni e abbiamo smesso di pregare. L’amore raccontato in poesia è la preghiera che forse ci eravamo dimenticati. Amare diventa una sorta di religione”. Cosa saremmo noi se non fossimo in grado di amare? se non ci dedicassimo completamente alla felicità di qualcun altro? Vivere per il sorriso di qualcuno aprendo il proprio cuore e donando la propria anima è il gesto più bello che si possa fare durante questa vita. Quelle di Arminio in “Studi sull’amore” sono storie di corpi che si raggiungono, anime che si toccano e braccia che si stringono.

Alice Turiani 

© Riproduzione Riservata