Sei qui: Home » Libri » Salone del libro di Torino 2022, i 10 appuntamenti da non perdere
salone del libro 2022

Salone del libro di Torino 2022, i 10 appuntamenti da non perdere

La XXIV edizione del Salone Internazionale del libro di Torino è alle porte. Oggi scopriamo insieme i 10 appuntamenti da non perdere.

Giovedì 19 maggio 2022 inizia la XXIV edizione del Salone del libro di Torino, un’occasione unica per tutti gli appassionati di libri e di lettura. Sono moltissimi gli eventi che si susseguiranno al Lingotto fino a lunedì 23 maggio, con ospiti che arrivano da tutto il mondo.

Il tema dell‘edizione 2022 del Salone del Libro di Torino è “Cuori selvaggi”, una parola-chiave che accompagnerà gli appuntamenti, le conversazioni, gli spettacoli, le letture, i concerti. “In questi tempi inquieti, in cui si mescolano turbolenze e speranze, il Salone del Libro invita la sua comunità di lettori e lettrici a correre selvaggiamente verso un orizzonte fatto di sentieri ancora non battuti e di sconfinata libertà”, come si legge nel manifesto dell’evento, curato dall’illustratore e autore italiano Emiliano Ponzi.

Salone del libro di Torino 2022: i 10 appuntamenti da non perdere

Scopriamo insieme i 10 appuntamenti da non perdere al Salone del libro di Torino 2022.

1. Il concerto inaugurale e l’intervento di Amitav Gosh (Sala Oro)

Assolutamente imperdibile il concerto inaugurale “Selvatico Sacro”, che si terrà mercoledì 18 maggio 2022 alle ore 20, in diretta dall’Auditorium Rai Arturo Toscanini di Torino, e unirà le parole della poetessa Mariangela Gualtieri, la musica del trombettista Paolo Fresu e del pianista Uri Caine per raccontare il cuore selvaggio del poeta.

La serata sarà introdotta dallo scrittore indiano Amitav Gosh, che nella giornata successiva aprirà il Salone del libro con una lectio sui temi dell’ambiente e della sostenibilità, in collaborazione con Neri Pozza.

2. “Che città vogliamo?”, con Elena Patrignani (Lab cultura, Pad.3)

Questo è soltanto uno degli eventi dedicati ai bambini in questa edizione del Salone del libro di Torino. “Che città vogliamo”, a cura di Elena Patrignani e di CAMERA, Centro italiano per la fotografia parte da una selezione di riproduzioni di fotografie della collezione del MoMA di New York per condurre i bambini alla scoperta dell’atmosfera sempre più vivace delle città in crescita nella prima metà del secolo scorso e a costruire una città futura, accessibile ed ecosostenibile, attraverso l’uso del collage con immagini provenienti da contesti differenti.

3. “Cent’anni a novembre. Kurt Vonnegut & Josè Saramago”, con Giordano Meacci (Sala Granata, Pad.3)

Nel 1922, a cinque giorni e un Oceano Atlantico di distanza, sono nati il portoghese José Saramago e l’americano Kurt Vonnegut. Ma: che cosa unisce le loro letterature, oltre al fatto di essere nati nel penultimo mese di quell’anno? L’appuntamento per scoprire cosa accomuna questi due grandi autori è nella Sala Granata del Padiglione 3.

4. “Italo Calvino: un innovatore rampante”, con Barbara Millucci, Andrea Prencipe e Massimo Sideri (Sala Rosa, Pad.1)

Questo è l’evento perfetto del Salone del libro di Torino per chiunque ami la scrittura e le tematiche di Italo Calvino.

“Le Lezioni americane di Italo Calvino hanno ispirato scrittori e politici, scienziati, musicisti, filosofi e attori. Non molti sanno che ne esiste un’altra, rimasta inedita e, per così dire, nascosta tra le righe del grande scrittore: è la lezione sull’innovazione, quella con la quale Calvino dimostrava di aver capito prima di chiunque l’era digitale in arrivo”: così viene introdotto l’appuntamento che vedrà protagonisti Andrea Prencipe e Massimo Sideri, che in questa occasione presenteranno il volume “L’innovatore rampante. L’ultima lezione di Italo Calvino”.

5. “L’informazione in tempo di guerra”, con Fiammetta Cucurnia, Marc Innaro, Daniele Macheda, Gian Giacomo Migone, Nello Scavo, Marinella Venegoni e Vincenzo Vita (Sala Indaco, Pad. Oval)

La Sala Indaco ospiterà invece un appuntamento imperdibile nell’epoca del bombardamento mediatico. In collaborazione con l’Associazione Premio Mimmo Càndito per un Giornalismo a Testa Alta, giornalisti e reporter esperti di conflitti discuteranno sul ruolo e sulla natura dell’informazione in tempo di guerra, con evidenti richiami a ciò che sta succedendo in questo periodo in Ucraina e in molti altri paesi del mondo.

6. “La storia di Cipì e Bandiera”, Giorgio Scaramuzzino e Vania Pucci (Sala Rossa, Pad.1)

Con “La storia di Cipì e Bandiera”, il Salone del libro offre un’interessante opportunità ai bambini. L’evento mostra infatti gli ambienti – che spesso contengono riferimenti alla fatica e al percorso per diventare grandi – dove Cipì e Bandiera vivono una dopo l’altra le loro avventure. Una lettura-spettacolo inedita che prova a unire, per la prima volta, la due storie con risultati unici.

7. “Annie Ernaux”, con Giovanni Puglisi e Lorenzo Tomasin (Sala Azzurra, Pad.3)

Andiamo adesso ad un evento in programma al Salone del Libro di Torino dedicato alla narrativa internazionale, con protagonista Annie Ernaux, che di recente è uscita in Italia con un nuovo originalissimo libro dedicato agli ipermercati (“Guarda la luce, amore mio”).

Nella sua ricca e varia esperienza di scrittura, Annie Ernaux ha rivisitato in modo originale e sovversivo le forme canoniche della narrativa contemporanea, sperimentando un linguaggio di eleganza e precisione. Indagatrice di esperienze individuali in apparenza normali, ma sensibilissima ad ogni tipo di interazione sociale, Ernaux e la sua scrittura verranno presentate da Giovanni Puglisi e Lorenzo Tomasin.

8. “Laboratorio di editing con Edito”, con Andrea Binasco, Matteo di Pascale e Dalia Oggero (Lab Fumetto, Pad.2)

E al Salone del libro di torino non mancheranno nemmeno appuntamenti pratici e stimolanti come i laboratori. Quello che si svolgerà nel Lab Fumetto è a cura di Sefirot, ed è un vero e proprio laboratorio di editing dedicato a chiunque sia curioso o abbia un manoscritto e voglia sapere di più sul processo di editing che sta alla base di un buon lavoro pubblicabile.

9. “Omaggio a Margaret Atwood”, con Gaja Cenciarelli e Elena Varvello (Sala Indaco, Pad. Oval)

Chi non conosce Margaret Atwood? In questi ultimi anni, la scrittrice è divenuta estremamente famosa grazie ai suoi capolavori, primo fra tutti “Il racconto dell’ancella”, che è stato adattato per il piccolo schermo e ha affascinato il suo pubblico.
L’omaggio a Margaret Atwood che si terrà nella Sala Indaco nasce dal desiderio delle curatrici dell’evento di raccontare i “cuori selvaggi” delle protagoniste dei libri dell’autrice, che sono sempre audaci, coraggiose, intrepide, pronte a tutto pur di sopravvivere alla natura.

10. “Omaggio a Gino Strada”, con Elio Germano, Massimo Giannini, Simonetta Gola e Pif (Sala Rossa, Pad.1)

Infine, segnaliamo quello che all’interno del Salone del Libro di Torino si preannuncia un evento davvero emozionante, l’omaggio a Gino Strada, medico, giornalista e fondatore di Emergency che ci ha lasciato poco meno di un anno fa.

Elio Germano, Massimo Giannini, Simonetta Gola e Pif tracceranno l’esperienza di quest’uomo straordinario, che ha lasciato tanto di sé al mondo e ha vissuto ogni giorno per rendere questa terra un posto migliore.

© Riproduzione Riservata