Le recensioni dei lettori

”Il bar delle grandi speranze” di J. R. Moehringer, una scrittura scorrevole e meritevole di grande ammirazione

Questo libro mi è stato consigliato a mezza voce da una collega, e per me, i libri consigliati a mezza voce, hanno un richiamo ancora più potente di quelli acclamati a gran voce...

Il bar delle grandi speranze mi è stato consigliato a mezza voce da una collega, e per me, i libri consigliati a mezza voce, hanno un richiamo ancora più potente di quelli acclamati a gran voce. J.R., protagonista e autore del racconto, è un bambino abbandonato prestissimo dal padre, dj newyorkese, che nel corso del racconto diverrà solo la Voce. Sullo sfondo del romanzo la cittadina newyorkese Manhasset; l’unico porto sicuro dove il protagonista può attraccare durante la sua vita è la mamma, che lo accompagna e lo sostiene.

Sarà lei ad incarnare, come ci dice il protagonista, ‘tutte le virtù che io associavo alla virilità: solidità, perseveranza, determinazione, affidabilità, onestà, integrità, coraggio’. Il bambino sarà circondato dalla famiglia materna e cercherà sempre una figura paterna nel bar Publicans, rifugio da cui imparerà molto sulla vita: circondato dallo zio Charlie, uomini e altre storie che lo accompagneranno lungo tutta la sua esistenza, quest’ultima si rivelerà un trionfo in mezzo a tanta triste solitudine.

Difatti, J.R. (che scopre di portare con grande desolazione il nome di battesimo del padre, e che solo per una bevuta di troppo non avrà modo di cambiare) amerà a tratti (non per sua scelta) una donna che in un modo o nell’altro lo cambierà in meglio; riuscirà ad entrare in una delle università più prestigiose ed a scrivere orgogliosamente per il Los Angeles Times. Leggendo il romanzo di Moehringer, si riesce a sentire quella sensazione di incompletezza che l’autore deve aver provato a causa dell’assenza paterna: egli è così bravo e capace da trasmettere, attraverso le sue parole, il senso di vuoto che lo accompagnerà durante la vita.

Quella di Moehringer è, secondo me, una scrittura scorrevole e meritevole di grande ammirazione. Raccontare se stessi con tale precisione di dettagli non è facile: J. R. Moehringer si è messo alla prova con coraggio, mettendo a nudo la sua vita con grande maestria, convincendo con questo romanzo il campione di tennis Agassi a scrivere la sua biografia Open.

Olga Aloise

20 agosto 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti