Sei qui: Home » Libri » Premio Strega 2022, vince Mario Desiati
premio strega 2022

Premio Strega 2022, vince Mario Desiati

Mario Desiati con il libro "Spatriati" si è aggiudicato il Premio Strega 2022. L’annuncio del vincitore ha avuto luogo come di consueto al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma

Mario Desiati con il libro “Spatriati” si è aggiudicato il Premio Strega 2022. L’annuncio del vincitore del Premio Strega 2022 ha avuto luogo nella tarda serata di giovedì 7 luglio, come di consueto al Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma, ed è stato trasmesso in diretta televisiva da Rai Tre alle 23, per la conduzione di Geppi Cucciari.

Premio Strega 2022: la classifica finale

Mario Desiati “Spatriati” (Einaudi), voti 166

Claudio Piersanti “Quel maledetto Vronskij” (Rizzoli), voti 90

Alessandra Carati “E poi saremo salvi” (Mondadori), voti 83

Veronica Raimo “Niente di vero” (Einaudi), voti 62

Marco Amerighi “Randagi” (Bollati Boringhieri), voti 61

Fabio Bacà “Nova” (Adelphi), voti 51

Veronica Galletta “Nina sull’argine” (minimum fax), voti 24

La premiazione

Sono intervenuti Giovanni Solimine e Stefano Petrocchi, rispettivamente presidente e direttore della Fondazione Bellonci, Lorenzo Tagliavanti e Pietro Abate, rispettivamente presidente e segretario generale della Camera di Commercio di Roma, la cui azione da sempre è finalizzata a creare un contesto territoriale dall’alto livello di vitalità creativa e culturale: un’azione che si concretizza nel sostegno alle più importanti iniziative culturali come il Premio Strega.

Nel corso della serata Flavia Mazzarella, presidente di BPER Banca, ha consegnato agli autori finalisti un riconoscimento speciale. Si tratta della scultura del giovane artista ucraino Taras Halaburda, allievo dell’Accademia di Belle Arti di Sassari, vincitore della quinta edizione del concorso di idee indetto da BPER Banca per la creazione di una scultura ispirata al mestiere di scrivere e all’importanza della promozione della lettura. L’opera realizzata è una macchina da scrivere in bronzo con i tasti che riportano la scritta Premio Strega.

Il vincitore sarà ospite in diverse località italiane particolarmente attive sul territorio nella promozione della lettura. Queste le tappe: 8 luglio Lonato del Garda, Fondazione Ugo da Como; 12 luglio Roma, Letterature Festival, Stadio Palatino; 22 luglio Vieste, Festival Il libro possibile; 29 luglio Marciana Marina (Isola d’Elba); 7 agosto Lecce, Chiostro degli Agostiniani; 13 agosto Cortina, Una montagna di libri; 25-31 agosto Benevento Città Spettacolo.

Lo Strega Tour

Gli autori candidati e finalisti alla LXXVI edizione del Premio Strega sono stati ospiti di festival e manifestazioni culturali in tutta Italia e all’estero presso una sede degli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Il tour ha avuto inizio l’8 maggio con il festival Macerata Racconta ed è terminato lo scorso 2 luglio alla libreria Vecchie segherie di Bisceglie, attraversando l’Italia da nord a sud in 18 tappe, toccando Presicce Acquarica, Ivrea, Torino, Firenze, Parma, Verbania, Biella, Cervo, Milano, Salerno, San Benedetto del Tronto, Paestum e per la prima volta a Modena, Francavilla e Arezzo.

Lo Strega Tour nasce nel 2014 con lo scopo di promuovere la lettura dei libri candidati e finalisti al Premio raggiungendo il pubblico delle grandi province italiane ma soprattutto dei piccoli comuni che hanno scommesso su questo appuntamento e che negli anni hanno saputo creare una vera comunità di lettori attenti e interessati.

La maggior parte dei luoghi con cui il Premio ha questa collaborazione da anni, ha coinvolto numerosi istituti scolastici nella giuria del Premio Strega Ragazze e Ragazzi e del Premio Strega Giovani.

Ogni anno il Premio Strega è ospite anche di un Istituto Italiano di Cultura, collaborazione che si era interrotta a causa del Covid e che è ricominciata quest’anno con Copenaghen. Il tour all’estero ha avuto inizio a Berlino (2009), per proseguire a Vienna (2010), Mosca e San Pietroburgo (2012 e 2018), Vilnius (2014), Strasburgo (2015), Principato di Monaco (2016), Madrid (2017), Parigi e Lione (2019).

© Riproduzione Riservata