Premio Strega

Premio Strega 2016, Mondadori candida Eraldo Affinati

La nota casa editrice candida allo strega lo scrittore Eraldo Affinati con il libro "L'uomo del futuro"
Premio Strega 2016, Mondadori candida Eraldo Affinati

MILANO – Mondadori candida ‘L’uomo del futuro‘ di Eraldo Affinati al Premio Strega 2016. Lo presentano Igiaba Scego e Giorgio Ficara. Nel libro, Affinati, a quasi 50 anni dalla morte di Don Lorenzo Milani raccoglie la sfida esistenziale del prete degli ultimi percorrendo le strade della sua avventura.

.

ERALDO AFFINATI – Eraldo Affinati, scrittore e insegnante, è nato nel 1956 a Roma dove vive e lavora. Insieme alla moglie, Anna Luce Lenzi, ha fondato la “Penny Wirton“, una scuola gratuita di italiano per stranieri. È tra i più importanti narratori che si sono rivelati negli anni novanta. Ha esordito con un saggio nel 1992, “Veglia d’armi. L’uomo di Tolstoj“. La sua prima opera di narrativa è del 1993, “Soldati del 1956“. Ha un grande successo di critica soprattutto con “Bandiera bianca” (1995) e “Campo di sangue” (1997), entrambi editi da Mondadori. Nel 2011 esce “11 settembre di Eddy il ribelle” (Gallucci Editore) e nel 2013 “Elogio del ripetente” (Mondadori, 2013).

.

L’UOMO DEL FUTURO – A quasi cinquant’anni dalla sua scomparsa don Lorenzo Milani, prete degli ultimi e straordinario personaggio. Eraldo Affinati ne ha raccolto la sfida esistenziale, ancora aperta e drammaticamente incompiuta, attraverso gli eventi della sua vita. Ma in questo libro, frutto di un approfondimento appassionato da parte dell’autore, Affinati ha cercato di riportare l’eredità spirituale di don Lorenzo, studiando e percorrendo i luoghi che parlano e in cui si parla di lui.

.

© Riproduzione Riservata
Commenti