Perché la festa di San Jordi a Barcellona è la giornata dei libri e degli innamorati

Scopriamo insieme perché la città spagnola si riempie di libri e di rose il 23 aprile
Perché la festa di San Jordi a Barcellona è la giornata dei libri e degli innamorati

MILANO – Il 23 Aprile Barcellona celebra San Jordi, il santo patrono della città, e, per l’occasione, il centro della capitale catalana viene animato da banchetti di libri e di rose. In questa giornata di fine Aprile, infatti, si celebra la lettura e si festeggia l’amore. La tradizione vuole che gli uomini regalino una rosa e una spiga di grano alla proprio amata e le donne donino un libro ai propri innamorati: un suggestivo scambio di regali durante il quale la città si anima e si colora, dando vita a una delle feste più amate dagli appassionati dei libri e della lettura.

Tra leggenda e tradizione

L’origine di questa festa unisce storie di epoche differenti. Innanzitutto, San Jordi è il santo più importante della Catalogna e, in questa regione spagnola, è anche conosciuto come il patrono degli innamorati, il corrispettivo del nostro San Valentino. Inoltre, l’antica leggenda di San Giorgio, che in ogni paese presenta delle varianti differenti, racconta di come il cavaliere abbia salvato la principessa da un drago, trafiggendo il mostro con una spada. Sempre secondo la leggenda, dalla ferita mortale inflitta al drago sarebbero fiorite delle rose rosse che il santo avrebbe porto in dono alla fanciulla. Proprio per questo, la tradizione vuole che le donne ricevano questo fiore dai propri innamorati. Regalare un libro, invece, è un modo per festeggiare la giornata della lettura, che non a caso si celebra il 23 Aprile, giorno in cui si commemora la morte di due grandi scrittori quali Miguel de Cervantes e William Shakespeare.

Libri e scrittori per le piazze della città

Il giorno di San Jordi è anche l’occasione per gli autori e i proprietari delle librerie cittadine di incontrare i lettori e interagire con loro. Le piazze più importanti della città si riempiono di banchetti di libri dove i passanti possono fermarsi non solo per curiosare tra i titoli e le copertine, ma anche a conoscere alcuni autori ed acquistare una copia firmata apposta per questa particolare occasione. Le zone della città che più si colorano per questa giornata di festa sono La Rambla e Rambla de Catalunia, in pieno centro della città. Inoltre, per il giorno di San Jordi, i davanzali di Casa Batlló, uno degli edifici di Gaudì più amati e rappresentativi di Barcellona, vengono abbelliti con grandi mazzi di rose rosse, contribuendo a rendere l’atmosfera della città ancora più suggestiva.

Sofia Casotto

© Riproduzione Riservata