Perché dovresti leggere ogni giorno, ecco i 10 benefici della lettura

La lettura presenta un numero così importante di benefici, che sarebbe impossibile elencare tutti. Ecco 10 benefici che la lettura ha su ogni individuo

MILANO – la lettura presenta un numero così importante di benefici, che sarebbe impossibile elencare tutti.

Stimola la mente

Degli studi hanno dimostrato che stimolare la mente aiuta a prevenire o rallentare lo sviluppo di malattie come l’Alzheimer e la demenza senile, poiché mantenere il tuo cervello sempre attivo e impegnato serve a non fargli perdere colpi. Come tutti gli altri muscoli del corpo anche il cervello ha bisogno di fare esercizi per mantenersi in forma perciò la frase “o lo usi o lo perdi” è particolarmente adatta quando si parla del tuo cervello. Anche fare puzzle e giocare a scacchi posso essere d’aiuto per la stimolazione celebrale.

Riduce lo stress

Non ha importanza quanto stress ti provocano il lavoro, le relazioni o le altre problematiche che incontri nella quotidianità: quando sei immerso in una storia, ti ritrovi in un’altra dimensione, una sorta di mondo parallelo, in cui ti dimenticherai dei tuoi problemi. Un romanzo scritto bene, ti trasporterà in un altro regno: mentre un articolo impegnativo ti distrae solo momentaneamente e ti fa vivere il presente, lasciando al di fuori le tensioni e concedendoti un po’ di relax.

Migliora le tue conoscenze

Qualsiasi cosa tu legga si aggiungerà al tuo bagaglio culturale, ampliandolo e ti tornerà utile quando meno te l’aspetti. Più conoscenze hai, più sarai pronto ad affrontare le sfide che la vita ti presenta.Inoltre leggere è un ottimo metodo per nutrire il tuo pensiero: quando ti trovi in circostanze difficili, ricorda che potrai perdere tutto il resto (i soldi, il lavoro, la casa, persino la tua salute) ma non potrai mai perdere il tuo bagaglio culturale.

Espande il tuo vocabolario

Questo è uno dei vantaggi più importanti: più leggi, più il tuo modo di esporti migliora. Le parole nuove inoltre si andranno ad aggiungere a quelle che costituiscono il tuo vocabolario quotidiano. Esprimersi bene e in modo articolato può esserti d’aiuto anche in ambito lavorativo e sapere che tu parli con sicurezza davanti ad una persona importante, può essere stimolante per la tua autostima. Leggere libri è importante per imparare un linguaggio nuovo, dato che i parlanti non nativi si esprimono attraverso le parole utilizzate in ogni contesto che può migliorare il loro modo di esprimersi, permettendoli inoltre di scrivere più fluentemente.

Migliora la memoria

Quando leggi un libro, devi ricordarti di un certo numero di personaggi, dei loro retroscena, delle loro ambizioni, delle loro storie e sfumature, dato che tutti i dettagli s’intrecciano con la trama. Anche la memoria ha un limite, ma il cervello è qualcosa di meraviglioso e può ricordare tutto ciò con una certa disinvoltura. Inoltre è straordinario come ogni memoria che si crea dentro di te, dà vita ad una nuova sinapsi, rafforzando quelle esistenti, assistendo quindi ad un richiamo della memoria che ristabilisce il nostro umore. Cosa c’è di più figo di questo?

Rende più forte la capacità analitica del pensiero

Hai mai letto uno straordinario romanzo giallo, risolvendo il mistero ancor prima che tu avessi finito il libro? Inoltre, sarai in grado di utilizzare la capacità critica e analitica del pensiero anche a lavoro, prendendo nota di tutti i dettagli che ti vengono forniti che utilizzerai per risolvere il “giallo”. La stessa abilità utilizzata per analizzare i dettagli, ti ritornerà utile per criticare la trama, determinando se è stato scritto un brano accettabile, se i personaggi sono stati sviluppati in modo appropriato, se la trama è scorrevole, ecc…

Migliora li livello di attenzione e di concentrazione

Nel mondo in cui viviamo interamente influenzato da internet, l’attenzione va in tutte le direzioni possibili, rendendoci multitasking. In soli cinque minuti di tempo, ognuno di noi fa mille cose: invia mail, si organizza il lavoro, chatta con più persone (attraverso facebook, skype whatsapp ecc.), da uno sguardo su twitter, monitora il proprio smartphone  e interagisce con i colleghi di lavoro. Questo comportamento da “mi piace” provoca un aumento del livello di stress, diminuendo la nostra produttività. Quando leggi un libro tutta la tua attenzione si riversa sulla storia, il resto del mondo appunto, rimane fuori e ti trovi immerso in ogni dettaglio. Prova a leggere 15-20 minuti prima di andare a lavoro (p.s. nel tragitto casa-lavoro, se prendi un mezzo pubblico) e sarai sorpreso dal tuo livello di concentrazione una volta arrivato in ufficio.

Migliora le abilità di scrittura

Questo punto va di pari passo con l’espansione del vocabolario: esporsi pubblicamente, scrivere bene a lavoro ha un effetto notevole sulla propria capacità di scrittura. per quanto riguarda la cadenza, la fluidità e lo stile di scrittura di altri autori, essa influenzerà il tuo lavoro personale. Nello stesso modo in cui i musicisti si influenzano a vicenda, stabilendo dapprima chi è il maestro, allo stesso modo gli scrittori imparano come scrivere in prosa leggendo le opere degli altri.

Provoca tranquillità

Inoltre al rilassamento che accompagna la lettura di un libro, è possibile che l’argomento di cui stai leggendo, ti porti in un mondo in cui regnano la pace interiore e la tranquillità. Leggere testi spirituali fa abbassare la pressione sanguigna dandoti un senso di calma estrema, mentre leggere libri su “come aiutare se stessi a..” è stato dimostrato che è di aiuto per le persone che soffrono di determinati disturbi comportamentali e di malattie mentali.

© Riproduzione Riservata