Sei qui: Home » Libri » Autori » Parlando di Lolita con Stefano Benni

Parlando di Lolita con Stefano Benni

“Scandaloso, sì. Come ogni cosa che prima non c’era, non si conosceva e che turba l’animo per i sentimenti che suscita”, scrive questo Stefano Benni di Lolita. Geniale e appassionato lettore della storia del professore Humbert Humbert e della “ninfetta” più famosa al mondo, lo scrittore cura per il Circolo dei lettori da martedì 1 a giovedì 3 ottobre il ciclo di incontri Parlando di Lolita...

Al via oggi un ciclo di tre incontri al Circolo dei Lettori di Torino, per approfondire il romanzo di Vladimir Nabokov. Un dialogo, un reading e uno spettacolo per approfondire il testo scandaloso per eccellenza

 

TORINO – “Scandaloso, sì. Come ogni cosa che prima non c’era, non si conosceva e che turba l’animo per i sentimenti che suscita”, scrive questo Stefano Benni di Lolita. Geniale e appassionato lettore della storia del professore Humbert Humbert e della “ninfetta” più famosa al mondo, lo scrittore cura per il Circolo dei lettori da martedì 1 a giovedì 3 ottobre il ciclo di incontri Parlando di Lolita. Un vero e proprio viaggio attraversa il romanzo di Nabokov che arriva a toccarne temi universali: un viaggio nel desiderio, l’ossessione per la giovinezza, la passione che non conosce età, ma anche l’amore che abbatte le diversità e i pregiudizi.

UN LIBRO MODERNO – A quasi sessant’anni dalla sua pubblicazione, Lolita continua a rappresentare uno dei testi più scandalosi della letteratura mondiale, forse più chiacchierato che letto. Rifiutato inizialmente dagli editori, il romanzo è stato poi accettato come totem di tutte le sue provocazioni, e per i più, rimane solo l’infatuazione erotica di un serio professore per una ragazzina. Lolita è una storia apparentemente anomala, ma è in realtà una normale storia d’amore, dove il vizio si nobilita a venerazione e dedizione totale. Romanzo eclettico per la sua scrittura acuta e strutturata, oltre che per i temi trattati, le sue pagine offrirono a un regista di culto come Stanley Kubrick il soggetto di un film unico, incentrato non tanto sull’eros, ma sullo scontro tra follia e ragione, tra infanzia e mondo adulto, tra istinto e oppressione sociale. Tante le interpretazioni del fenomeno letterario Lolita anche a teatro, dove proprio Stefano Benni ha portato in Italia il testo con successo.

 

IL PROGRAMMA – Il primo incontro del ciclo è in programma martedì 1 ottobre. Si tratta di un dialogo tra il critico letterario e cinematrografico Goffredo Fofi e Stefano Benni, con la proiezione di spezzoni del film di Stanley Kubrick del 1962. Mercoledì 2 ottobre è la volta del reading teatrale “Tre donne leggono Lolita”, con brani letti in sala da Stefano Benni e dalleattrici Alice Redini, Dacia D’Acunto e Lucia Vasini. Giovedì 3 ottobre, infine, il progetto si conclude con lo spettacolo musicale a cura di Stefano Benni, con Giulia Tagliavia al pianoforte.

 

Roberta Turillazzi

 

1 ottobre 2013

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti
Precedente

Al via a Firenze la seconda edizione del Bibliopride

E’ morto Tom Clancy, il re dei romanzi di spionaggio

Successivo

Lascia un commento