Sei qui: Home » Libri » Autori » Palestina, 5 libri da leggere sul conflitto arabo israeliano
Consigli di lettura

Palestina, 5 libri da leggere sul conflitto arabo israeliano

Lunedì sono iniziati nuovi scontri violenti tra Israele e Palestina. In questo articolo vi proponiamo 5 libri da leggere per capire la storia di questo conflitto

Alla luce dei fatti recenti che hanno visto protagonisti di nuove tensioni Israele e la Palestina, vi proponiamo 5 libri da leggere per comprendere meglio questo lungo conflitto. Lunedì, infatti, dopo diversi giorni di tensioni, sono iniziati nuovi scontri armati tra Israele e Palestina. Alla base di questi violenti attacchi c’è l’intenzione di allontanare alcuni residenti palestinesi del quartiere Sheikh Jarrah la cui popolazione è in prevalenza palestinese ma il quartiere è considerato sacro anche dagli ebrei.

Nonostante la sua leggenda, i tramonti silenziosi e le albe incantate, Gerusalemme non è la Città Tre Volte Santa. È un luogo fatto di muri. Di pietra e di idee. Gerusalemme non ha piazze aperte a tutti, non è più una città. Anche in questa incompiutezza sta la sua crudeltà. Paola Caridi ha vissuto per dieci anni a Gerusalemme. Le sue pagine ci restituiscono una città vissuta intimamente, indimenticabile per la bellezza delle mura antiche, delle pietre bianchissime, della sua umanità dolente. Uno dei libri che più raccontano la verità sulla vita in un paese di guerra.

Un dramma dolorosamente attuale che si consuma da molti decenni, una storia tragica dei nostri giorni nella quale Yasmina Khadra con lucidità e commozione riesce a dipingere la realtà del terrorismo, a porre quesiti, a illuminare contrasti e contraddizioni. In un ristorante affollato di Tel-Aviv una donna che si finge incinta fa esplodere la bomba che teneva nascosta sotto il suo vestito. Per tutta la giornata il Dottor Amin, israeliano di origini arabe, opera a ritmo da catena di montaggio le innumerevoli vittime di questo ennesimo attentato. Amin si è sempre rifiutato di prendere posizione sul conflitto che oppone il suo popolo d’origine e quello d’adozione.

Un libro particolare. Nato in una situazione particolare. Una donna palestinese, colta, intelligente e spiritosa, tiene un “diario di guerra“. Gli israeliani sparano ma, nella forzata reclusione fra le pareti domestiche, “spara” anche la madre del marito, una suocera proverbiale. Pubblicato in maggio in Israele, il libro è un documento che, in forza della sua freschezza, è schierato senza rinunciare al dialogo.

Tra i consigli dei libri da leggere su questo argomento non può mancare David Grossman. Israele, guerra dei sei giorni. Avram, Orah e Ilan, sedicenni, sono ricoverati nel reparto di isolamento di un piccolo ospedale di Gerusalemme. Il conflitto infuria e nelle lunghe e buie ore del coprifuoco i tre ragazzi si uniscono in un’amicizia che si trasformerà, molto tempo dopo, nell’amore e nel matrimonio tra Orah e Ilan. Dopo trentasei anni da quel primo incontro, Orah è una donna separata, madre di due figli, Adam e Ofer. Quest’ultimo, che sta svolgendo il servizio di leva, accetta di partecipare a un’incursione in Cisgiordania nonostante siano ormai i suoi ultimi giorni di ferma.

 

l’ultimo dei libri che vi consigliamo è una graphic novel. Beirut, 14 settembre 1982: il comandante capo delle Forze Libanesi Gemayel Bashir perde la vita in un attentato a opera di gruppi terroristi palestinesi. Due giorni dopo, i campi profughi di Sabra e Chatila vengono presi d’assalto dai più fanatici seguaci di Bashir, i falangisti cristiani, che vendicano la morte del proprio idolo trucidando centinaia di inermi palestinesi, tra cui donne, vecchi, bambini. Ari Folman è un giovanissimo soldato dell’esercito israeliano, e il suo posto è tra i cerchi concentrici di militari che circondano il luogo della carneficina. 

© Riproduzione Riservata