Natalia Ginzburg, le frasi e gli aforismi celebri

Vi proponiamo alcune delle frasi e degli aforismi più celebri di Natalia Ginzburg, l'autrice di "Lessico Famigliare"
Natalia Ginzburg, le frasi e gli aforismi celebri

MILANO – Natalia Ginzburg ha esordito nel 1933 con il racconto “I bambini”, pubblicato dalla rivista “Solaria”. Le sue opere occupano un posto di primo piano nella Letteratura del ‘900. Ecco i suoi aforismi più celebri.

 

“Era quello il tempo migliore della mia vita e solo adesso che m’è sfuggito per sempre, solo adesso lo so”

.

“I sacrifici non hanno alcun premio, e le cattive azioni non sono punite, ma anzi a volte lautamente retribuite in successo e denaro”

.

“Le donne sanno sui loro figli delle cose che un uomo non può mai sapere”

.

“Ogni passione amorosa è imperfetta se non la illumina lo sguardo ilare, acuto e penetrante della conoscenza”

.

“Il vero amore per le nostre opere conserva sempre un occhio ironico e ilare”

.

“Si annoiava a cercare nel fondo delle cose e delle parole e voltarle e rivoltarle”

.

“Non si amano soltanto le memorie felici. A un certo punto della vita, ci si accorge che si amano le memorie”

.

“L’importante è camminare e allontanarsi dalle cose che fanno piangere”

.

“Purtroppo è raro riconoscere i momenti felici mentre li stiamo vivendo. Noi li riconosciamo, di solito, solo a distanza di tempo”

.

“Era in lui la paura, il vortice dell’imprevisto e dell’inconoscibile, che sembrava orrendo alla lucidità del suo pensiero”

.

LEGGI ANCHE: LA LETTERA APERTA DI NATALIA GINZBURG A TUTTE LE DONNE 

.

© Riproduzione Riservata