Sei qui: Home » Libri » Librerie » Maltempo, torna ad allagarsi la libreria Acqua Alta di Venezia
libreria allagata

Maltempo, torna ad allagarsi la libreria Acqua Alta di Venezia

Sulla propria pagina Facebook la Libreria Acqua Alta di Venezia annuncia l'allagamento al suo interno. Per fortuna, al momento i danni riportati sono inferiori rispetto a un anno fa

“Ci risiamo”. Così sulla propria pagina Facebook la Libreria Acqua Alta di Venezia annuncia l’allagamento al suo interno. Nonostante l’attivazione del sistema Mose per la difesa di Venezia dall’acqua alta sia attivo, purtroppo ci sono stati diversi inconvenienti dovuti al livello alle fitte piogge nella città lagunare. Purtroppo, anche la storica libreria ne sta facendo le spese.

Venezia sotto la pioggia

Martedì la città lagunare era finita sott’acqua a causa di previsioni forse troppo ottimistiche sull’intensità della marea. L’innalzamento del livello dell’acqua è dovuto anche alle incertezze provocate dall’imprevedibilità dei venti. Per questo motivo, il sindaco di Venezia ha così deciso di chiedere l’innalzamento del Mose dopo una previsione di marea di 123 cm sul medio mare intorno alle 9:30.

libreria acqua alta

La leggendaria libreria Acqua Alta di Venezia è allagata, sono centinaia i libri perduti

Questa volta non sono bastate le barche, né le vasche, né la grande gondola a proteggere i volumi della libreria più famosa al mondo

La situazione della libreria

“Per fortuna ieri l’acqua alta è arrivata di giorno, perciò siamo riusciti a tenere sotto controllo la situazione, mettendo in salvo i libri stipati nella parte più bassa degli scaffali – ci fanno sapere dalla libreria Acqua alta di Venezia che, dopo quello che è successo l’anno scorso, cerca comunque di utilizzare quelle aree il meno possibile – Ora si tratta solo di asciugare e rimettere a posto. Siamo stati fortunati, con qualche cm di acqua in più probabilmente avremmo rischiato nuovi danni, ma per fortuna stavolta è andato tutto bene. Speriamo che nei prossimi giorni il tempo sia clemente.”

Era metà novembre del 2019 quando la Libreria Acqua Alta di Venezia si allagò a causa delle fitte piogge. L’acqua in quel caso si alzò di 50 cm in più del previsto, causando la perdita di centinaia di libri all’intero della storica libreria veneziana.

Situata in una tipica calle veneziana, a pochi passi da Piazza San Marco e il ponte di Rialto, la libreria è nata nel 2004 dall’idea di Luigi Frizzo, che, per proteggere i libri dall’acqua alta, ha escogitato un luogo tanto particolare quanto suggestivo. Al posto di mensole e scaffali, troviamo infatti vasche e barchette, per non parlare della meravigliosa gondola che stipata di libri si incastona in lunghezza negli spazi angusti della libreria. 

L’anno scorso, purtroppo, tale escamotage non bastò a proteggere i libri. L’acqua arrivò dappertutto, allagando gli spazi della libreria, sommergendo le vasche e persino la grande gondola, simbolo della resistenza dei libri all’acqua alta. Centinaia di libri andarono perduti e con loro anche un po’ di speranza per le sorti di Venezia.

 
 
© Riproduzione Riservata