Sei qui: Home » Libri » Autori » “L’estate che resta”, l’esordio sorprendente di Giulia Baldelli
l'estate che resta

“L’estate che resta”, l’esordio sorprendente di Giulia Baldelli

È uscito ieri in libreria “L’estate che resta”, l’esordio letterario di Giulia Baldelli edito per Guanda. Un libro che racconta su amore e giovinezza

L’estate che resta” è un libro edito per Guanda uscito da poco nelle librerie ed è l’esordio letterario di Giulia Baldelli in cui si affronta il tema dell’amore in maniera totalizzante e passionale, capace di sopportare tempo e distanza.

“L’estate che resta”

Giulia e Cristi si incontrano bambine, negli anni Novanta, durante le estati trascorse in un piccolo paese delle Marche. Giulia, determinata e razionale, subisce il fascino di Cristi, così fragile e così selvaggia, e capisce presto di provare per lei qualcosa di più sconvolgente e più scottante dell’amicizia. Anche Cristi è attratta da Giulia, però i suoi occhi cercano in continuazione Mattia, un bambino che sembra comprendere la sua natura selvatica più profondamente di quanto ci riesca Giulia. Dopo una serie di estati scandite dai giochi in riva al fiume e da sofferte gelosie, i tre, arrivati alla soglia dell’adolescenza, si separano. Dieci anni più tardi, Giulia e Cristi si ritrovano a Bologna e il loro amore mai dimenticato esplode.

L’amore oltre il tempo (e il genere)

“L’estate che resta” non racconta una storia romantica, ma racconta il sentimento bellissimo e devastante che, se autentico, non tiene conto del tempo e delle distanze. L’amore, anche quello più tenace e passionale, è doloroso, deve affrontare prove ed essere capace di sopravvivere alla vita. Qui però si racconta anche di un amore che diventa ossessivo e che, per sopravvivere, scende a compromessi. Arrivati a questo punto, che tipo di sentimento è diventato quell’amore, quale parte della coppia sta soffrendo e rinunciando? La franchezza e la limpidità con cui Giulia Baldelli racconta i sentimenti sono spiazzanti. L’amore, che non si è perso negli anni, deve affrontare le malelingue del paese, le chiusure mentali, ma anche la gelosia e l’accettazione.

“L’abbraccio” di David Grossman ci insegna la potenza di questo gesto meraviglioso-1201-568

“L’abbraccio” di David Grossman, il libro che ci insegna la potenza di questo gesto

“L’abbraccio” è un libro di David Grossman e illustrato da Michal Rovner pubblicato nel 2018, un gesto d’amore per i lettori

 

Giulia Baldelli

Giulia Baldelli è nata a Fano, nelle Marche, nel 1979. Dal 1998 si è trasferita a Bologna dove si è laureata in Chimica e tecnologie farmaceutiche. Vive con il marito e i loro tre figli. Questo è il suo romanzo d’esordio.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata