Sei qui: Home » Libri » “La vita segreta delle api”, un romanzo di formazione per gli amanti della natura

“La vita segreta delle api”, un romanzo di formazione per gli amanti della natura

Oggi si celebra la Giornata Mondiale delle api. Quale miglior modo di dare inizio alla giornata se non con un libro che le riguarda? Scopriamo insieme il best seller mondiale scritto da Sue Monk Kidd, "La vita segreta delle api".

“Le storie devono essere raccontate, altrimenti muoiono, e quando muoiono, noi non ricordiamo più chi siamo o perché siamo qui”.

La vita segreta delle api” è un best seller di fama mondiale. Scritto dall’autrice statunitense Sue Monk Kidd, racconta non solo una bellissima storia di formazione, ma esprime anche il grande valore che può rivestire la natura nelle nostre vite distratte e caotiche.

Abbiamo scelto di parlarvi di questo bel romanzo proprio in occasione della Giornata mondiale delle api, impollinatori fondamentali per il nostro pianeta ma anche simbolo di una società ideale, in cui ciascuno coopera per il benessere del gruppo.

La vita segreta delle api

Sinossi del libro

South Carolina, 1964. Lily Owens, quattordici anni, cresce con un padre violento e Rosaleen, l’amatissima governante nera, generosa ed estroversa. Quando, cercando di sapere qualcosa sulla madre, morta quando Lily aveva solo quattro anni, la ragazza fugge di casa, ad accompagnarla sarà proprio la governante che, insieme ad altre due straordinarie donne, la inizierà ai segreti dell’apicoltura. E in quel mondo di api e di miele, scandito dai ritmi della natura, Lily troverà finalmente una nuova, più serena realtà, rischiarata dall’affetto e dalla tolleranza.

Ambientato nell’America dei conflitti razziali, La vita segreta delle api è la storia di una meravigliosa formazione interiore. Un romanzo commovente e poetico, che con la sua originalità e la sua semplice e disarmante bellezza ha affascinato quasi cinque milioni di lettori nel mondo.

Un romanzo di rara bellezza

Cosa rende “La vita segreta delle api” tanto speciale? Di sicuro, la storia di Lily e della sua governante è una di quelle che emozionano e inducono a riflettere su quanto fosse difficile la vita nell’America dei conflitti razziali e su quanto ancora ci sia da lavorare per non permettere più che qualcuno si senta discriminato per colore, etnia, religione o ideali.

Ma c’è molto di più dietro la fortuna di un tale romanzo, da cui infatti è anche stato tratto un film nel 2008 ed una rappresentazione teatrale. “La vita segreta delle api” è una storia di formazione in cui un ruolo fondamentale è rivestito proprio dalle api e dalla natura, che diventano fonte di stimolo, quasi un esempio, per ripartire da zero scoprendo la straordinarietà della vita e delle nostre capacità se solo ci impegniamo per il nostro benessere e per quello di chi ci circonda.

Sue Monk Kidd

Sue Monk Kidd è una scrittrice statunitense divenuta famosa proprio per “La vita segreta delle api”, il suo best seller. Nata in Georgia il 12 agosto del 1948, si è laureata alla Texas Christian University nel 1970 in Science of Nursing, e ha lavorato come infermiera e come istruttrice infermiera.

La Giornata mondiale delle api

Vi siete mai chiesti perché la Giornata mondiale delle api venga celebrata proprio il 20 maggio? Si tratta, come spesso avviene in queste occasioni, di un anniversario importante: il 20 maggio è infatti la data di nascita di Anton Jansa (1734–1773), apicoltore sloveno, pioniere dell’apicoltura moderna nonché una delle più grandi autorità in materia di api.

L’iniziativa nasce da una risoluzione del febbraio 2017, con cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha designato il 20 maggio il giorno perfetto per sensibilizzare l’opinione pubblica in merito a delle creature tanto piccole quanto importanti per la salute del nostro ecosistema. Le api, infatti, oltre a fornirci uno degli alimenti più amati di sempre, il miele, rivestono un ruolo di primordine nell’equilibrio della natura grazie all’attività di impollinazione.

Sempre più in pericolo a causa del cambiamento climatico e della sempre maggiore presenza dell’uomo in natura, le api rischiano di scomparire: una perdita che non possiamo assolutamente permetterci!

© Riproduzione Riservata