Mare d’inchiostro

Il kit del buon lettore di libri cartacei

Il kit del buon lettore di libri cartacei

In estate, d’inverno, in aereo o sul divano di casa, un buon lettore ha sempre bisogno di sei oggetti durante la lettura. Quali? Scopriamolo insieme!

 

  1. Una matita

Serve per sottolineare le frasi più belle, i paragrafi che più ci hanno colpiti. E, magari, per fare qualche annotazione a margine.

 

  1. Una gomma per cancellare

Per cancellare righe di sottolineatura ondulate o storte, oppure per modificare quello che abbiamo annotato.

 

  1. Un evidenziatore

Un evidenziatore sottolineerà quelle frasi che per noi sono come poesia, quelle che ci sono rimaste nel cuore, quelle che abbiamo subito imparato a memoria. Insomma, quelle frasi che meritavano più di una sottolineatura a matita.

 

  1. Un taccuino

Un taccuino ma anche un quaderno, insomma una superficie cartacea su cui scrivere le nostre impressioni sul libro in lettura. Perché un lettore, si sa, è anche un recensore.

 

  1. Una penna

Blu, nera o colorata, stilografica o biro, l’importante è che ci aiuti a riportare su carta quello che il nostro cuore e il nostro cervello ci suggeriscono durante la lettura.

 

  1. Un segnalibro

Mica vorrete fare le orecchie alla pagina? Io sono della scuola di pensiero che utilizza i segnalibri. Possiamo utilizzarne uno che ci ricordi il periodo in cui abbiamo letto quel particolare libro: lo scontrino di un ristorante, un biglietto aereo o il biglietto del cinema.

 

Avete tutto l’occorrente? E allora buona lettura!

 

Elisa Sartarelli

© Riproduzione Riservata
Commenti