José Saramago, le frasi e gli aforismi celebri

Il mondo delle lettere ricorda oggi l'anniversario dello scrittore portoghese Josè Saramago. Ricordiamolo attraverso i suoi aforismi più celebri
José Saramago, le frasi e gli aforismi celebri

MILANO – Josè Saramago è stato uno scrittore, giornalista, drammaturgo, poeta e critico letterario portoghese, premio Nobel per la letteratura nel 1998. Ecco alcuni dei suoi aforismi più celebri. Le sue posizioni nei riguardi della religione hanno sempre sollevato polemiche in Portogallo, motivo per cui, dopo aver pubblicato “Il Vangelo secondo Gesù Cristo”, il libro venne censurato e lo scrittore si trasferì a vivere nelle Canarie. Ciò che contraddistingue fortemente i romanzi di Saramago è lo stile: la prospettiva assunta è atipica e molto particolare, come se si volesse mostrare il fattore umano dietro l’accaduto.

Clicca qui per leggere e condividere gli aforismi dello scrittore ! 

 

“Arriva sempre un momento in cui non c’è altro da fare che rischiare”

 

“Due debolezze non fanno una debolezza maggiore, ma una forza nuova”

 

“Ogni persona è un silenzio”

 

“Gesù ha avuto la sfortuna che su quello che ha detto ci hanno costruito sopra una religione”

 

“La vittoria della vanità non è la modestia, tanto meno l’umiltà, è piuttosto il suo eccesso”

 

“E se il cuore non ha capito, non arriva ad esser menzogna il detto della bocca, ma piuttosto assenza”

 

“Sapere dove è l’identità è una domanda senza risposta”

 

“Forse solo il silenzio esiste davvero”

 

“Tutto nel mondo sta dando risposte, quel che tarda è il tempo delle domande”

 

“Oltre alla conversazione delle donne, sono i sogni che trattengono il mondo nella sua orbita”

© Riproduzione Riservata