2 Commenti

  1. Parole sagge e realistiche.
    Questa è la soluzione checchè ne dicano coloro che oggi criticano l’integrazione tout court, sempre più terrorizzati dai recenti fatti di terrorismo. L’integrazione si deve distinguere innanzitutto dai processi di assimilazione culturale che vengono da molto lontano, dalle espereinze colonialiste e che (questi si) hanno dimostrato di essere fallimentari. Non si può pretendere di assorbire totalmente una cultura in un’altra semplicemente annichilendo la prima. L’integrazione è un’altra cosa e in realtà è stata perseguita in maniera sbagliata, costruendo nuovi ghetti urbani in cui emarginare non solo i poveri in generale ma anche lo straniero, l’extracomunitario, con una difficoltà obiettiva riscontrata poi a conciliare esigenze legittime di ricerca di una vita dignitosa con quelle di mantenere la propria identità culturale senza disdegnare l’arricchimento per mezzo della conoscenza della cultura ospitante. Io mi chiedo però se la colpa non sia più in generale del modo in cui nelle nostre società “civilizzate e laiche” ci si rapporta con la diversità in senso più ampio.

  2. Today, I went to the beachfront with my kids. I found a sea shell and gave
    it to my 4 year old daughter and said “You can hear the ocean if you put this to your ear.” She placed the shell to her
    ear and screamed. There was a hermit crab inside and it pinched
    her ear. She never wants to go back! LoL I know this is entirely off topic but I had
    to tell someone!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here