I libri del mese

I 10 libri da leggere in uscita a novembre

Tanti i libri in uscita nelle librerie a novembre, dalla Allende a Veltroni, passando per la Ferrante. Scopriamo insieme i più interessanti
I 10 libri da leggere in uscita a novembre

Il prossimo mese di novembre vedrà l’uscita in libreria di tante novità editoriali. Davvero tanti nuovi libri da leggere e perché no da iniziare a pensare come possibili regali natalizi.

LEGGI ANCHE: Domenica al museo, tutti i musei gratis da visitare il 3 novembre

Lungo petalo di mare – Isabella Allende

La Allende riprende una pagina di storia e intreccia fatti realmente accaduti a personaggi realmente conosciuti o a personaggi inventati che si ispirano a quelli realmente conosciuti a casa del nonno. Nella storia emergono gli sforzi delle prime attività da diplomatico di un giovane intellettuale cileno, un certo Pablo Neruda. E’ il 3 settembre 1939, il piroscafo francese “Winnipeg” salpato il 4 agosto dal porto di Pauillac, arriva nella città cilena di Valparaíso, “lungo petalo di mare e neve”. A bordo ci sono oltre duemila spagnoli, fuggitivi della Guerra Civile Spagnola.

La misura del tempo – Gianrico Carofiglio

Tanti anni prima Lorenza era una ragazza bella e insopportabile, dal fascino abbagliante. La donna che un pomeriggio di fine inverno Guido Guerrieri si trova di fronte nello studio non le assomiglia. Non ha nulla della lucentezza di allora, è diventata una donna opaca. Gli anni hanno infierito su di lei e, come se non bastasse, il figlio Iacopo è in carcere per omicidio volontario.
Guido è tutt’altro che convinto, ma accetta lo stesso il caso; forse anche per rendere un malinconico omaggio ai fantasmi, ai privilegi perduti della giovinezza.
Comincia così, quasi controvoglia, una sfida processuale ricca di colpi di scena, un appassionante viaggio nei meandri della giustizia, insidiosi e a volte letali.

Casa di foglie – Mark Z. Danielewski

Difficile inquadrare in una formula la straordinaria opera di Mark Z. Danielewski, o anche solo provare a ricostruirne la trama. La storia ruota intorno a un misterioso manoscritto rinvenuto in un baule dopo la morte del suo estensore, l’anziano Zampanò, e consiste nell’esplorazione, infarcita di analisi e citazioni erudite, di un film di culto girato nella casa stregata di Ash Tree Lane in cui viveva la famiglia del suo autore: William Navidson, premio Pulitzer per la fotografia, che finirà per svelare l’esistenza di un abisso senza fine, spalancato su una tenebra senziente e ferina, capace di inghiottire chiunque osi disturbarla.

Nozze. Per i bastardi di Pizzofalcone – Maurizio De Giovanni

Un momento festoso che dovrebbe essere meraviglioso si trasforma in tragedia. Incaricati delle indagini sono ancora loro: i Bastardi di Pizzofalcone. Un nuovo caso per la squadra di poliziotti più scalcinata e infallibile della questura partenopea.

La vita bugiarda degli adulti – Elena Ferrante

La vita bugiarda degli adulti

Ecco l’incipit del nuovo libro della misteriosa scrittrice. “Due anni prima di andarsene di casa mio padre disse a mia madre che ero molto brutta. La frase fu pronunciata sottovoce, nell’appartamento che, appena sposati, i miei genitori avevano acquistato al Rione Alto, in cima a San Giacomo dei Capri. Tutto – gli spazi di Napoli, la luce blu di un febbraio gelido, quelle parole – è rimasto fermo. Io invece sono scivolata via e continuo a scivolare anche adesso, dentro queste righe che vogliono darmi una storia mentre in effetti non sono niente, niente di mio, niente che sia davvero cominciato o sia davvero arrivato a compimento: solo un garbuglio che nessuno, nemmeno chi in questo momento sta scrivendo, sa se contiene il filo giusto di un racconto o è soltanto un dolore arruffato, senza redenzione.»

Io, tu,noi. Vivere con se stessi, l’altro, gli altri – Vittorio Lingiardi

Tutti i giorni pratichiamo la difficile arte della convivenza, con gli altri e con noi stessi: su una strada trafficata nel tragitto casa lavoro, in un messaggio di scuse scritto in ritardo, in una lettera d’amore mai spedita, nelle schermate aperte e richiuse ossessivamente dello smartphone. Il nostro io è caleidoscopico e mutevole, una pluralità di sé con cui dobbiamo convivere. Ma cosa significa convivere? Possiamo immaginare il momento dell’incontro come l’unione di tre livelli dell’esperienza psichica: con me, con te, con gli altri. Se non sono in grado di vivere con me stesso, non vivrò bene con l’altro. Con esempi tratti dalla letteratura e dal cinema, dalle storie cliniche e dalla vita di tutti i giorni, Vittorio Lingiardi ci guida in ciò che è complesso e molteplice, ci mostra come riconoscere l’altro, in particolare amoroso, nel ritmo delle rotture e delle riparazioni.

Il sole in testa – Geovani Martins

Rocinha è la favela più grande non solo di Rio de Janeiro, ma del mondo. È una baraccopoli gigantesca dentro la quale quotidianamente vivono, amano, lavorano, si picchiano, giocano, sognano e muoiono oltre 70 mila persone. E’ il luogo dove sono ambientati quasi tutti i racconti del Sole in testa. In questi tredici piccoli capolavori – salutati con entusiasmo in tutto il mondo – Geovani Martins ci regala una serie indimenticabile di istantanee, di ritratti che non solo ci fanno entrare nell’universo crudo e spietato della favela – luogo di scontro tra diverse gang e dove la violenza della polizia spesso fa a gara con quella della criminalità – ma nelle menti e nei cuori delle persone, di quei ragazzi e di quegli uomini che quotidianamente cercano di inventarsi un’esistenza.

Il mondo che vogliamo – Carola Rackete 

Il mondo che vogliamo (Italian Edition) par [Rackete, Carola]

A giugno del 2019 Carola Rackete è la comandante della Sea Watch 3: a bordo ci sono cinquantatré persone compresi bambini e donne incinte, e dopo giorni di richieste di aiuti e attesa in acque internazionali, per salvare quelle vite non vede altra alternativa che dirigersi nel porto dell’isola di Lampedusa, contro le intimazioni della Guardia costiera italiana. È consapevole dei rischi cui va incontro, ma non è la prima volta che decide di restare fedele ai suoi ideali e non sarà l’ultima.

Il sanguinaccio dell’Immacolata – Giuseppina Torregrossa

Il sanguinaccio dell'immacolata di [Torregrossa, Giuseppina]

Tutti gli anni, dal sette dicembre al sette gennaio, Palermo è in preda al demone del gioco: aristocratici e modesti cittadini, giovani, vecchi e bambini sono vittime della medesima febbre. Marò Pajno da pochi mesi ha interrotto la sua storia con Sasà e si è pian piano lasciata andare e ora si trova a fare i conti anche con qualche chilo di troppo. Come se non bastasse, il questore Bellomo, un “damerino” interamente votato agli scatti di carriera, continua a stuzzicarla, suscitandole un misto di fastidio e curiosità. All’alba dell’Immacolata viene trovato il cadavere di Saveria, giovane pasticciera figlia del boss Fofò Russo. Il questore ordina alla dottoressa Pajno di indagare su un delitto che in apparenza non ha alcun legame con il nucleo antifemminicidio che lei dirige. Marò è costretta a ubbidire, ma presto si accorgerà che troppe cose non tornano e scoprirà che la battaglia di una donna non può che essere condotta a nome di tutte.

Assassinio a Villa Borghese – Walter Veltroni

Assassinio a Villa Borghese di [Veltroni, Walter]
Villa Borghese, un enorme e bellissimo parco nel centro di Roma,  è uno dei luoghi più incantevoli del mondo e anche il più grande parco culturale del pianeta. Il sindaco, malato d’amore per la Villa, muovendo mari e monti alla fine riesce a farvi aprire un commissariato. «Per fare cosa» ironizzano i vertici della polizia, «arrestare i merli?» Decidono perciò di chiamare a raccolta, per il nuovo ufficio, un gruppo di soggetti che in vari commissariati hanno fatto danni o non hanno fatto nulla. Come i magnifici sette, ma al contrario. A guidarli, un maturo funzionario di polizia caduto in disgrazia. Un giorno, però, il pacifico tran tran del parco viene interrotto da un urlo. E nulla sarà più lo stesso, a Villa Borghese.

 

 

 

© Riproduzione Riservata