Sei qui: Home » Libri » Giornata europea del mare, 5 libri da leggere
Giornata europea del mare

Giornata europea del mare, 5 libri da leggere

Il 20 maggio è la Giornata europea del mare. Per l’occasione, vi suggeriamo 5 libri dedicati alla tematica.

Il 20 maggio si celebra la Giornata europea del mare, istituita dal Parlamento Europeo nel 2008, a seguito della pubblicazione del “Libro verde sulla politica marittima”. In occasione di questa ricorrenza, vogliamo condividere con voi 5 consigli di lettura dedicati alla tematica del mare

Iniziamo subito!

Giornata europea del mare 2022, 5 libri da leggere

La ballata del vecchio marinaio”, di S.T. Coleridge

Cominciamo con un classico intramontabile divenuto emblema del Romanticismo inglese, “La ballata del vecchio marinaio” di S.T. Coleridge, che è anche un ottimo spunto per una lettura veloce, quando si ha poco tempo a disposizione ma non si vuol rinunciare ad un’opera di qualità e spessore. La ballata, che consta di 7 parti, racconta la storia di un marinaio dalla barba canuta che, nel bel mezzo di una terribile tempesta, commette un atroce atto di hybris uccidendo un albatros. Il mare fa da co-protagonista e da sfondo a questa vicenda dal contenuto altamente allegorico. 

“Quattro drammi sul mare”, di Alexandre Dumas

In occasione della Giornata europea del mare, non possiamo non suggerirvi la lettura di questo libretto scritto dal maestro francese dell’avventura, Alexandre Dumas.

Rifugiatosi a Bruxelles nel 1851 per sfuggire ai suoi creditori, Dumas si dedica alle ricerche per una biografia di Lord Byron, che lo portano a interessarsi ai resoconti di drammi e naufragi in tutti gli oceani del mondo. Lo scrittore si tuffa a capofitto in queste avventure, raccogliendo testimonianze e diari di bordo di chi è sopravvissuto. Nasce così questa raccolta pubblicata nel 1852 sotto il titolo “Les drames de la mer”.

“Raccontare il mare”, di Björn Larsson

Altra opera consigliatissima per festeggiare la Giornata europea del mare è senza ombra di dubbio “Raccontare il mare”, il meraviglioso saggio con cui Björn Larsson ci racconta il mare, il suo luogo dell’anima, chiamando in causa i grandi classici della letteratura di mare.

Da Conrad a Maupassant, da Omero a Cristoforo Colombo, dal Nobel Harry Martinson al velista solitario Joshua Slocum, da Biamonti a Childers, ad Álvaro Mutis, Larsson ripercorre romanzi e racconti, non tutti noti quanto meritano, intrecciando le biografie degli autori e quelle dei personaggi, interrogandosi sulle loro qualità marinaresche e letterarie, ma soprattutto umane, con la competenza e l’empatia di chi spartisce con loro la duplice passione di navigare e raccontare e alla ricerca del motivo per cui questa immensa distesa di acqua salata condensi i nostri sogni di libertà sin dalla notte dei tempi.

“Il Mediterraneo in barca”, di Georges Simenon

Chi non ha mai letto uno dei piccoli capolavori firmati Georges Simenon? Fra “La Camera azzurra”, “Il Treno”, “Il Cane giallo” e tutte le avventure con l’ispettore Maigret protagonista, è certamente capitato a molti di noi di imbattersi in questo fantastico autore belga di lingua francese. Per la Giornata europea del mare, invece, abbiamo in serbo per voi “Il Mediterraneo in barca”, un prezioso libriccino che mostra un lato meno conosciuto di Simenon.

Infatti, non tutti sanno che, in particolare fra il 1931 e il 1946, lo scrittore è stato un reporter non meno prodigioso – e singolare: i suoi reportage li ha scritti per sé, per viaggiare, per finanziare la sua curiosità. “Il Mediterraneo in barca” è appunto un resoconto di una crociera compiuta nel Mediterraneo – da Porquerolles alla Tunisia passando dall’Elba, Messina, Siracusa, Malta – a bordo di una goletta. Un’occasione unica per conoscere meglio questo scrittore prodigioso.

“Il mare di mezzo: una storia del Mediterraneo”, di John Julius Norwich

Chiudiamo i nostri consigli di lettura in occasione della Giornata europea del mare con un saggio dedicato al Mare Nostrum, il Mediterraneo, che ha giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo delle civiltà antiche.

Dagli Egizi alla Grande Guerra, il garbato, curioso, spiritosissimo Norwich racconta la storia del “mare di mezzo” facendoci immergere in storie che non sono soltanto ricche descrizioni di eventi realmente accaduti, ma anche accurati e sottili affreschi di luoghi e personaggi che il tempo non ha mai dimenticato.

 

© Riproduzione Riservata