Librerie - El Ateno, la libreria più importante di Buenos Aires

El Ateneo, la libreria più grande del Sudamerica

Costruita all'interno del teatro Gran Splendid è diventata la libreria più grande dell'Argentino e senza dubbio la più suggestiva. La cornice ideale per godere di una buona lettura
El Ateneo, la libreria più grande del Sudamerica

MILANO – Nel 2000, il gruppo Yenny-El Ateneo, la catena di librerie più famosa dell’Argentina, decise di restaurare il teatro teatro Gran Splendid, inaugurato nel 1919 per volontà dell’imprenditore austriaco Max Glüksman, grande promotore del cinema e del tango. Il teatro è quindi diventato una vera e propria libreria mantendo tutto lo splendore dei balconi originali, del sipario di velluto rosso e della cupola affrescata. Il The Guardian la dichiara la seconda libreria più bella del mondo.

EL ATENEO – Il teatro Gran Splendid si costituisce di ben quattro palchi e una platea dalla capacità di cinquecento persone, era uno dei più lussuosi di Buenos Aires. Ospitò grandi personalità della scena artistica argentina: Carlos Gardel incideva le sue canzoni in una delle sue sale di registrazione. Oggi è una location da sogno per la libreria El Ateneo. Basterà varcare le porte a vetri dell’edificio situato in Santa Fè al 1860, nel quartiere delle Recoleta, per entrare in un paradiso. El Ateneo – Gran Splendid possiede più di 120.000 titoli, meticolosamente ordinati per genere, negli scaffali che troverete lungo tutte le pareti e nella platea. Il piano terra e i primi due piani sono dedicati ai libri, nel terzo troverete un’ampia scelta di musica classica e film d’autore, mentre il quarto e ultimo piano è riservato alle esposizioni temporanee. L’interrato è dedicato alla letteratura infantile e alla musica in generale. Per chi lo desidera è possibile fermarsi a leggere un libro sulle balconate del teatro, ma non è finita, esiste anche una zona ristoro ricavata nel palco centrale, e trovare riparo sotto l’antico sipario rosso sempre aperto.

19 settembre 2015

© Riproduzione Riservata
Commenti