Sei qui: Home » Libri » Editoria » Diritto d’autore su Internet, Lorenzon (AIE) ”Occorre subito un regolamento contro la pirateria digitale”

Diritto d’autore su Internet, Lorenzon (AIE) ”Occorre subito un regolamento contro la pirateria digitale”

''Mai come in questo momento abbiamo bisogno di un regolamento contro la pirateria digitale e di un quadro normativo certo nel quale operare per continuare a investire''. E’ l’appello del direttore dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Alfieri Lorenzon...

Il direttore dell’AIE sottolinea la necessità di un quadro certo per continuare a investire 

 

MILANO – “Mai come in questo momento abbiamo bisogno di un regolamento contro la pirateria digitale e di un quadro normativo certo nel quale operare per continuare a investire”. E’ l’appello del direttore dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Alfieri Lorenzon all’Agcom nel corso dell’incontro alla Camera “Il diritto d’autore online. Modelli a confronto”.

AMPIA OFFERTA DIGITALE – “Oggi gli editori italiani hanno messo a disposizione un’offerta legale ampia e accessibile – ha sottolineato – .Gli ebook offerti sul mercato italiano hanno superato quota 100mila, prodotti da quasi 2mila marchi diversi. I titoli sono circa 60mila. Circa il 50% delle novità italiane oggi esce in contemporanea anche in ebook. Il 98% dei libri scolastici italiani ha un’estensione digitale, secondo una formula mista che è prevalente in tutti i mercati internazionali. E la stessa manualistica universitaria è sempre più spesso accompagnata da servizi online di supporto agli studenti, che arrivano alla costruzione di veri e propri ambienti di apprendimento”.

L’IVA – “Nel nostro settore – ha proseguito – l’offerta è cresciuta molto più rapidamente della domanda, che – pur in forte crescita – rappresenta circa il 2% del mercato trade. E l’offerta online ha prezzi decisamente più contenuti di quella cartacea, nonostante l’assurda discriminazione fiscale per cui la prima paga l’Iva al 21% mentre la seconda gode della tariffa agevolata del 4%. Il prezzo medio degli ebook (calcolato al netto delle offerte super-economiche al di sotto dei 2 euro, che pure sono molte) è oggi di 10,4 euro. Sarebbe sotto i 9 euro se l’Iva fosse la stessa che sulla carta”.

VALORIZZARE GLI INVESTIMENTI – “Tutto questo – ha sottolineato Lorenzon – per dire che è necessario al mondo del libro un quadro certo nel quale operare, per far fronte ai costi che gli editori hanno sostenuto e che continueranno a sostenere. È in fondo di questo che oggi stiamo parlando: di valorizzare gli investimenti delle oltre 2000 imprese impegnate nel nostro settore e dei trentamila addetti che vi lavorano (70mila, se calcoliamo l’indotto). Soprattutto, di valorizzare la cultura, la creatività e la capacità innovativa, che certo non mancano nell’industria culturale italiana”.

25 maggio 2013


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata