Promozione della lettura

Arrivano le “librerie degli onesti”, il bookcrossing con offerta libera

L'associazione culturale Alma, per promuovere con il solo obiettivo di promuovere la lettura, ha raccolto diversi libri usati per ridistribuirli nelle cosiddette “Librerie degli onesti”

MILANO – A Pontremoli (Toscana) l’associazione culturale Alma ha lanciato ormai da anni una iniziativa davvero particolare. L’associazione culturale, con il solo obiettivo di promuovere la lettura, ha raccolto diversi libri usati per ridistribuirli lungo via Garibaldi, nelle cosiddette “Librerie degli onesti”. Per conoscere l’iniziativa nei dettagli, abbiamo parlato con Donatella Melani della Legatoria Artigiana e dell’associazione Alma.

.

LE LIBRERIE DEGLI ONESTI – Di cosa si tratta? Tutto ha avuto con una quarantina di libri posti in un paio di cassettine di plastica lasciate incustodite dalla mattina alla sera lungo via Garibaldi nel giro di pochi giorni l’iniziativa si è trasformata in una popolare consuetudine, dove circolano svariate centinaia di volumi, in uno scambio che continua tuttora, a distanza di mesi e nonostante il freddo. Chi vuole portare a casa un libro, può lasciare una cifra in denaro per l’associazione tramite gli appositi salvadanai posti ai lati delle piccole librerie. Lo scopo del progetto è quello di avvicinare il più possibile le persone all’esercizio della curiosità ed al piacere della lettura. Di seguito, l’intervista completa a Donatella Melani.

LEGGI ANCHE: ARRIVA LA LIBRERIA DEGLI ONESTI, DOVE IL LETTORE DECIDE IL PREZZO DEL LIBRO 

.

Ci spieghi come è nata questa fantastica iniziativa…

L’obiettivo era proprio quello di aumentare il più possibile la fruizione popolare dei libri.  Per iniziativa di Alma, la piazza principale è tornata ad accogliere concerti, letture di poesie , performances e installazioni.Ho sentito di persone che erano addirittura intimidite dall’idea di entrare in libreria e in biblioteca. Molti anziani non avevano mai letto in vita loro o mai comprato un libro, ma attraverso la distribuzione di queste piccole librerie per la vie della città, tutti possono procurarsi un libro.

.

Di cosa si occupa l’associazione di cui fa parte? 

L’obiettivo è quello di animare il centro storico che era un pochino in decadenza. Siamo partiti 10 anni fa quando ci siamo trasferiti qui a Pontremoli io e mia sorella, che abbiamo aperto questa legatoria e abbiamo realizzato diverse iniziative di questo tipo.

.

Ci spieghi come funziona il meccanismo dello scambio dei libri …

Si tratta di piccole cassettine che contengono libri a cui possono accedere tutti, talvolta anche molto rari. Mi capita di vedere persone esultare per strada per aver trovato un libro che stavano cercando da molto tempo. Inoltre, ogni torretta ospita un salvadanaio e un cartello con scritto “Puoi barattare o lasciare un’offerta”. Le persone possono lasciare un’offerta per il libro che prendono o lasciare un libro in cambio. D’estate, per le strade, si possono incontrare anche 7 torrette di libri. Le offerte all’inizio ci permettevano di finanziare concerti e iniziative, mentre ora si è consolidata la consuetudine dello scambio.

.

LEGGI ANCHE: BOOKCROSSING, LE 5 REGOLE PER REALIZZARE UNA LIBRERIA APERTA A TUTTI 

.

Avete realizzato altre iniziative per promuovere la lettura? 

Si. Grazie ai soldi ricavate dalle “librerie degli onesti” e al finanziamento della Provincia per un progetto di arte contemporanea, abbiamo realizzato 12 panchine ispirate alla lettura e dedicate ad autori come Calvino con frasi e aforismi d’autore. L’iniziativa si chiamava “Sopra la panca”. Abbiamo chiesto agli artisti coinvolti di ispirarsi al libro o a un autore e il risultato è stato davvero interessante. Una delle panchine recitava “Qui ti puoi sedere e leggere gratis”, in risposta a tutti quei bar che si lamentavano perché le panchine gli “rubavano” i clienti.

.

VEDI LA PHOTOGALLERY QUI 

.

© Riproduzione Riservata
Commenti