Andrea Vitali “Con Mondazzoli è a rischio la libertà dei lettori”

Non usa mezzi termini Andrea Vitali per commentare l’acquisto di Rcs Libri da parte di Mondadori.
Andrea Vitali

MILANO – “Già Mondadori mi sembrava una realtà mangiatutto, adesso con l’acquisizione di Rcs Libri sono felice di appartenere ad un gruppo medio che non rischia di diventare un boccone per un gruppo così grosso”. Non usa mezzi termini Andrea Vitali per commentare l’acquisto di Rcs Libri da parte di Mondadori.

COLPO PER L’INDIPENDENZA DELL’EDITORIA – Secondo l’autore di “Le Belle Cece”, con questa acquisizione l’indipendenza di una certa editoria subisce un grosso colpo. “Mi spiace per alcuni autori che rischiano di finire all’interno di un oceano sconfinato, in cui magari perdersi anche e non ricevere le adeguate attenzioni. Senza un editore che ti segue passo passo, tante cose non andrebbero per il verso giusto”.

MENO LIBERTA’ PER LETTORI ED AUTORI – Secondo Vital i rischi sono molteplici: da una parte per gli autori, dall’atra per i lettori. “E’ già dura restare in libreria, e all’interno di un’impresa così ramificata, temo che la sopravvivenza di un libro diminuisca ulteriormente. Sono orgoglioso di appartenere ad un gruppo che ha la sua dignità, all’interno del quale è possibile ancora avere un rapporto diretto con il direttore editoriale, senza filtri e barriere”. Vitali conclude indicando il rischio che in seguito a questa mossa di mercato diminuisca la possibilità per molti lettori di accedere a questo tipo di libertà. “I lettori han bisogno di essere informati puntualmente: non tutti comprano gli inserti specializzati. C’è il rischio che molti lettori vengano informati occasionalmente sulle più importanti novità in libreria”.

 

5 ottobre 2015

© Riproduzione Riservata