La biblioteca di piazza Tasso

“Amici della Biblioteca Pietro Thouar”, l’associazione che promuove la lettura a Firenze

Conosciamo meglio l’associazione che durante l'anno propone varie iniziative svolte presso l’omonima biblioteca comunale situata in piazza Tasso nel popolare rione di S. Frediano
“Amici della Biblioteca Pietro Thouar”, l'associazione che promuove la lettura a Firenze

FIRENZE – Le biblioteche pubbliche italiane stanno vivendo trasformazioni epocali. Le intense attività culturali prodotte al loro interno sono tali da renderle oggi luoghi polivalenti frequentati da un accresciuto numero di persone; utenti d’ogni età ed estrazione, accomunati dal considerare conoscenza e lettura piaceri irrinunciabili. Tale fenomeno è in atto grazie alle buone prassi di molteplici associazioni di volontariato (presenti in tutta la Penisola) alquanto attive sul fronte della promozione del libro e della lettura. Fra le organizzazioni impegnate in questo ambito è inclusa anche l’associazione fiorentina “Amici della Biblioteca Pietro Thouarche durante l’anno propone varie iniziative svolte presso l’omonima biblioteca comunale di Firenze, situata in piazza Tasso nel popolare rione di S. Frediano.

 

GLI AMICI DELLA BIBLIOTECA P. THOUAR – “L’associazione ‘Amici della Biblioteca Pietro Thouar’ – spiega il Presidente Paolo Perissi – è un’organizzazione di volontari fondata lo scorso anno a supporto delle attività dell’omonima biblioteca civica di Firenze. Ideata da me insieme al direttore della biblioteca Luciano Locchi, l’associazione si è sviluppata dopo una serie di incontri svolti in occasione del trasferimento dei locali da S. Spirito a piazza Tasso. Proprio la rinnovata biblioteca, con gli splendidi spazi messi a disposizione, ha trovato d’accordo molti sulla mia idea”. Ma quali sono principi ed obiettivi che animano quest’associazione ? “Essendo aperti alla partecipazione di quanti amano il mondo dei libri e della cultura, svolgiamo attività senza scopo di lucro favorendo l’accesso al sapere ed attivandoci per creare occasioni d’aggregazione in un quartiere alquanto degradato. Al momento contiamo già diverse centinaia di iscritti – spiega ancora Paolo Perissi – e dopo un anno di attività, possiamo tracciare un bilancio positivo: le nostre proposte incontrano il gradimento di un affezionato pubblico che ama seguire conferenze, dibattiti, presentazioni di novità librarie, ma anche spettacoli musicali e teatrali (tutti a ingresso libero). In proposito, ricordiamo il recente ciclo di incontri sullo scrittore Calvino, oltre all’evento di David Riondino sulle lapidi di San Frediano dedicate a celebrità quali Galileo, Meucci, Carducci, Dostoevskj, Pratolini, Chaikovskj, ed altri illustri intellettuali che hanno vissuto parte della loro vita nel nostro quartiere. Speciali iniziative di successo, anche i miti greci letti ai bambini, la prima guerra mondiale e gli animali – e gli incontri del Giallo Club ‘a chilometro zero’ con gli autori Vichi, Gori, Malvaldi Simi, Giuttari ed altri”.

 

LA BIBLIOTECA  – La biblioteca di piazza Tasso sta acquisendo status di polo culturale più che mai funzionale per chi vive e studia a Firenze. Intitolata alla memoria dell’educatore e scrittore vissuto nel periodo 1809-1861 (autore di letteratura popolare ed infantile) la Thouar ha cambiato sede lo scorso 21 febbraio 2015, in occasione del centenario della sua nascita, trasferendo le sue attività presso l’antico Convento delle Leopoldine in Oltrarno. “Caratterizzandosi come spazio pubblico intergenerazionale – precisa ancora Paolo Perissi – questa rinnovata struttura bibliotecaria viene oggi utilizzata da adulti, ma anche da bambini e ragazzi, assidui utenti delle sezioni a loro dedicate. Dislocata su tre piani, eroga vari servizi mettendo a disposizione un importante  patrimonio librario a scaffale aperto, un’emeroteca, una mediateca e alcune postazioni multimediali. Il suo fondo antico è conservato presso l’Altana, suggestiva sala panoramica sulla città, mentre al piano terreno, è allestito anche uno Scaffale del libero scambio in cui gli interessati possono reperire e/o donare variegati prodotti editoriali”.

 

PROSSIME INIZIATIVE – E’ grazie agli “Amici della biblioteca Thouar”, che ogni mercoledì del mese – da circa un anno – proseguono con successo le aperture dopocena della biblioteca di piazza Tasso (fino alle ore 22.30). Fra le attività culturali in corso, ci sono anche le riunioni del gruppo del “Giallo Club” ed un percorso culturale guidato alla ricerca di lapidi dantesche dislocate a Firenze. “Prossimamente  – annuncia Paolo Perissi – presenteremo in biblioteca l’iniziativa di Franca Orlandi ‘Una scuola per le fanciulle povere di Firenze’, mentre alla sezione ragazzi, saranno tenute letture di passi scelti da ‘Peter Pan’ di J. Matthew Barriel. Il  1 giugno (ore 20.30), a cura di Alessandro Parigi avrà luogo l’evento multimediale condotto da Roberto Zatini sul tema ‘Il rione di San Frediano nella comunità di Firenze (1781-1859)’, e il  17 giugno (ore 9) sarà di scena l’incontro di Eleonora Ignazzi su ‘Pillole di yoga per il benessere psicofisico’. A seguire, presenteremo inoltre documentari sulle popolazioni khmer e sugli Inca e poi reportage dal deserto del Sahara. Considerando che quest’anno ricorre il 50° anniversario dell’alluvione di Firenze, attraverso un libro di interviste ricorderemo questo evento con testimonianze di chi personalmente l’ha vissuto”.

 

Cristina Fontanelli

© Riproduzione Riservata
Commenti