D'Avenia a Tempo di Libri

A Tempo di Libri D’Avenia racconta l’incanto e lo stupore dell’amore

D'Avenia sale sul palco di Tempo di Libri catturando l'attenzione e la meraviglia del pubblico raccontando lo stupore, la bellezza e a tratti il dolore che solo l'amore può dare.
A Tempo di Libri D'Avenia racconta l'incanto e lo stupore dell'amore

MILANO – Dopo lo spettacolo “Ogni storia è una storia d’amore”, D’Avenia sale sul palco di Tempo di Libri per conquistare i lettori e non solo. Un incontro, anzi quasi un dibattito, quello che ha tenuto in questa seconda giornata a Fiera Milano City, dedicata oggi al tema della ribellione. E come solo un insegnate sa fare, D’Avenia ha catturato l’attenzione e la meraviglia del pubblico raccontandolo stupore, la bellezza e a tratti il dolore che solo l’amore può dare.

L’incanto dell’amore attraverso la storia delle donne

Nel suo libro che per l’appunto è il nome dato anche ai suoi spettacoli, D’Avenia ha ridefinito il concetto d’amore nelle sue tappe, proprio per cerare di comprendere se esiste un amore in grado di durare per sempre. D’Avenia allora parte nel voler cogliere qual è il genio femminile, perché la donna dotata della capacità nelle sue cellule di dare la vita, ha un’attenzione all’insieme delle cose diversa dall’uomo, più concentrato sul singolo aspetto della realtà. Attraverso le storie, dunque, l’intento è quello di accedere al mistero amoroso attraverso il genio femminile. D’Avenia, così, ci conduce all’incontro di una serie di donne, accomunate dal fatto di essere state compagne di vita di grandi artisti: muse, specchi della loro inquietudine e spesso scrittrici, pittrici e scultrici loro stesse, argini all’istinto di autodistruzione, devote assistenti, o invece avversarie, anime inquiete incapaci di trovare pace.Ogni storia è una storia d’amore è così un libro che muove dalla meraviglia e sa restituire meraviglia al lettore. Perché ancora una volta D’Avenia ci incanta e ci sorprende, riuscendo nell’impresa di coniugare il godimento puro del racconto e il piacere della scoperta. E con slancio ricerca nella letteratura, le storie che alcuni uomini, nel tempo, hanno raccontato su se stessi e l’umanità a cui appartengono, risposte suggestive e potenti, ma anche concrete e vitali. Per poi offrirle in dono ai lettori, schiudendo uno spiraglio da cui lasciar filtrare bagliori di meraviglia nel nostro vivere quotidiano, per rinnovarlo completamente nella certezza che “noi siamo e diventiamo le storie che sappiamo ricordare e raccontare a noi stessi”.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti