Sei qui: Home » Libri » I 10 libri più venduti nel primo semestre del 2022
Classifiche libri

I 10 libri più venduti nel primo semestre del 2022

Erin Doom, Joël Dicker e Toshikazu Kawaguchi sono soltanto alcuni degli autori presenti nella classifica dei 10 libri più venduti nel primo semestre del 2022. Scopriamo insieme tutti i titoli e i loro autori!

Dopo un 2021 record, nei primi sei mesi di quest’anno l’editoria di varia (romanzi e saggi vendute nelle librerie fisiche e online e nella grande distribuzione) segna una battuta d’arresto con il 3,6% di copie vendute in meno e il 4,2% di valore del venduto (prezzo di copertina) in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ma rispetto al periodo pre-pandemia il confronto resta positivo: più 14,5% a copie e più 14,7% a valore (dati 2019), secondo le stime dell’Ufficio studi dell’Associazione Italiana Editori (AIE) su rilevazioni Nielsen BookScan (tutti i dati mese dopo mese nella sezione Studi e ricerche del sito AIE, qui il video e le slide della presentazione).

I 10 libri più venduti nel primo semestre del 2022

Quali sono i libri più venduti nel primo semestre del 2022? Scopriamolo subito con questo articolo: Erin Doom, Joël Dicker e Toshikazu Kawaguchi sono soltanto alcuni degli autori presenti in classifica.

1. “Fabbricante di lacrime” di Erin Doom

Eccola, Erin Doom è sempre in testa alle classifiche dei libri e degli ebook più venduti, sin da quando il suo “Fabbricante di lacrime” ha esordito nelle librerie italiane. L’ultimo romanzo di Doom, si piazza perfino al primo posto della classifica dei 10 libri più venduti nel primo semestre del 2022. 

Tra le mura del Grave, l’orfanotrofio in cui Nica è cresciuta, si raccontano da sempre storie e leggende a lume di candela. La più famosa è quella del fabbricante di lacrime, un misterioso artigiano dagli occhi chiari come il vetro, colpevole di aver forgiato tutte le paure e le angosce che abitano il cuore degli uomini. Ma a diciassette anni per Nica è giunto il momento di lasciarsi alle spalle le favole tetre dell’infanzia. Il suo sogno più grande, infatti, sta per avverarsi. I coniugi Milligan hanno avviatole pratiche per l’adozione e sono pronti a donarle la famiglia che ha sempre desiderato.

2. “Le ossa parlano“, di Antonio Manzini

Al secondo posto fra i 10 libri più acquistati negli ultimi 6 mesi troviamo il titolo che segna il ritorno in libreria del vicequestore Rocco Schiavone, “Le ossa parlano”.

Un medico in pensione scopre nel bosco delle ossa umane. È il cadavere di un bambino. Michela Gambino della scientifica di Aosta, nel privato tanto fantasiosamente paranoica da far sentire Rocco Schiavone spesso e volentieri in un reparto psichiatrico, ma straordinariamente competente, riesce a determinare i principali dettagli: circa dieci anni, morte per strangolamento, probabile violenza. L’esame dei reperti, un’indagine complessa e piena di ostacoli, permette infine di arrivare a un nome e a una data: Mirko, scomparso sei anni prima. La madre, una donna sola, non si era mai rassegnata. L’ultima volta era stato visto seduto su un muretto, vicino alla scuola dopo le lezioni, in attesa apparentemente di qualcuno. Un cold case per il vicequestore Schiavone.

3. “Violeta” di Isabel Allende

Non ci sorprende trovare “Violeta”, l’ultima fatica letteraria di Isabel Allende, fra i primi 3 libri più venduti del primo semestre di quest’anno. Da quando è uscito nelle librerie, il coinvolgente romanzo di Allende ha sempre esercitato un fascino speciale sui lettori. 

La scrittrice di origine cilena con questo suo nuovo libro ci regala ancora una volta una storia che esalta ed emoziona, raccontata attraverso gli occhi di una donna che vive un secolo di sconvolgimenti con passione, determinazione e senso dell’umorismo. Un libro scritto durante l’isolamento e ispirato alla figura delle madre, nata un secolo esatto fa, in piena epidemia spagnola.

4. “Rancore”, di Gianrico Carofiglio

Al quarto posto fra i 10 libri più venduti del semestre troviamo “Rancore”, l’ultima fortunata opera di Gianrico Carofiglio, che da settimane è fra i libri più venduti in Italia e conferma il trend che vede i gialli e i thriller fra i libri preferiti dagli italiani.

Quando un ricchissimo barone muore in circostanze misteriose certificati come morte per cause naturali dal medico, la figlia della vittima si rivolge disperata a Penelope Spada, ex Pm che nasconde dei segreti e una vita turbolenta, per scoprire la verità dietro l’accaduto. Un thriller che rappresenta prima di tutto un’avventura avvincente fino all’ultima pagina, con una protagonista appassionante e sfaccettata.

5. “La canzone di Achille” di Madeline Miller

“La canzone di Achille”, che ha affascinato i lettori ed è rimasto per mesi fra i libri più venduti e apprezzati, si piazza al quinto posto in questa classifica dedicata ai 10 libri più venduti nel primo semestre del 2022.

Dimenticate Troia, gli scenari di guerra, i duelli, il sangue, la morte. Dimenticate la violenza e le stragi, la crudeltà e l’orrore. E seguite invece il cammino di due giovani, prima amici, poi amanti e infine anche compagni d’armi – due giovani splendidi per gioventù e bellezza, destinati a concludere la loro vita sulla pianura troiana e a rimanere uniti per sempre con le ceneri mischiate in una sola, preziosissima urna. Madeline Miller, studiosa e docente di antichità classica, rievoca la storia d’amore e di morte di Achille e Patroclo, piegando il ritmo solenne dell’epica alla ricostruzione di una vicenda che ha lasciato scarse ma inconfondibili tracce.

6. “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker

Sebbene sia uscito da pochi mesi nelle librerie italiane, “Il caso Alaska Sanders” si piazza fra i 10 libri più venduti del semestre e lo fa con un’ottima sesta posizione. Un successo per l’autore del best seller “La verità sul caso Harry Quebert”, che è tornato nelle librerie italiane a partire da metà maggio con il sequel del suo capolavoro. Il libro è incentrato su un delitto avvenuto nel New Hampshire nel 1999. Il corpo di una giovane donna viene ritrovato senza vita in riva ad un lago. Marcus Goldman, che nel frattempo ha ottenuto il successo con il caso Quebert, si troverà ad indagare sul caso per cercare di risolverlo, ma si imbatterà nei fantasmi del suo passato.

7. “It ends with us. Siamo noi a dire basta”, di Colleen Hoover

E fra i 10 libri più venduti del semestre troviamo anche “It ends with us. Siamo noi a dire basta”, la storia di Lily Bloom e della sua vita ingarbugliata. È una sera come tante nella città di Boston e su un tetto, dodici piani sopra la strada, Lily Bloom sta fissando il cielo limpido e sconfinato.

Per lei quella non è una sera come tante. Poche ore prima, ha partecipato al funerale del padre, un uomo che non ha mai rispettato, che le ha strappato l’infanzia e Atlas, il suo primo amore. Mentre cerca di dimenticare quella giornata tremenda, viene distratta dall’arrivo di Ryle Kincaid, un affascinante neurochirurgo totalmente concentrato sulla carriera e sull’evitare qualunque relazione.

8. “Nel modo in cui cade la neve” di Erin Doom

Ebbene sì, Erin Doom è doppiamente presente nella classifica dei libri più venduti del semestre. Il primo dei suoi libri, infatti, “Nel modo in cui cade la neve”, si piazza all’ottavo posto di questa classifica.

Ivy è cresciuta fra laghi ghiacciati e boschi incontaminati, circondata dalla neve che tanto ama. Ecco perché, quando rimane orfana ed è costretta a trasferirsi in California, riesce a pensare soltanto a ciò che si è lasciata indietro. Il Canada, la sua terra, e un vuoto incolmabile. Tra quelle montagne c’è il passato a cui la ragazza è tanto legata, lo stesso che, a sua insaputa, le ha cucito addosso un segreto pericoloso. Adesso l’unica famiglia che le rimane è quella di John, il suo dolcissimo padrino.

Le basta poco, però, per capire che il figlio di John, Mason, non è più il bambino sdentato che da piccola ha visto in foto. Ormai è cresciuto e ha gli occhi affilati di una bestia selvatica, un volto simile a un covo di ombre. E quando le sorride torvo per la prima volta, incurvando le labbra perfette, Ivy si rende conto che la loro convivenza sarà più difficile del previsto.

Mason, infatti, non la vuole lì e non fa niente per nasconderlo. Mentre tenta di restare a galla tra le onde impetuose della sua nuova vita in riva all’oceano, il Canada e i suoi misteri non smettono di tormentare Ivy. Riuscirà il suo cuore, candido come la neve, a fiorire ancora vincendo il gelo dell’inverno?

9. “Una persona alla volta” di Gino Strada

L’ultimo libro di Gino Strada, “Una persona alla volta”, scritto per denunciare gli orrori della guerra e per mostrare un’altra via possibile per l’umanità, si piazza in nona posizione nella classifica dei 10 libri più venduti del primo semestre del 2022. 

Un’ opera utile per riflettere sull’inutilità della guerra e dei conflitti. Il libro scritto dal fondatore di Emergency scomparso il 13 agosto 2021 racconta l’emozione e il dolore, la fatica e l’amore di una grande avventura di vita, che ha portato Gino Strada a conoscere i conflitti dalla parte delle vittime e che è diventata di per se stessa una provocazione. In ognuna di queste pagine risuona una domanda radicale e profondamente politica, che chiede l’abolizione della guerra e il diritto universale alla salute. Una domanda che oggi risuona estremamente attuale.   

10. “Finché il caffè è caldo” di Toshikazu Kawaguchi

Eccoci giunti, infine, all’ultimo titolo in classifica fra i 10 libri più venduti del primo semestre del 2022.

In Giappone c’è una caffetteria speciale. È aperta da più di cento anni e, su di essa, circolano mille leggende. Si narra che dopo esserci entrati non si sia più gli stessi. Si narra che bevendo il caffè sia possibile rivivere il momento della propria vita in cui si è fatta la scelta sbagliata, si è detta l’unica parola che era meglio non pronunciare, si è lasciata andare via la persona che non bisognava perdere. Si narra che con un semplice gesto tutto possa cambiare. Ma c’è una regola da rispettare, una regola fondamentale: bisogna assolutamente finire il caffè prima che si sia raffreddato.

 

© Riproduzione Riservata