Sei qui: Home » Libri » 10 libri da leggere sul cambiamento climatico
Libri da leggere

10 libri da leggere sul cambiamento climatico

Uno dei problemi più gravi che ci troveremo ad affrontare nei prossimi anni... Ecco 10 libri da leggere per approfondire il tema del cambiamento climatico.

Il cambiamento climatico è uno dei problemi più critici che affliggono la nostra epoca. Ne sono testimonianza i tristi fatti accaduti pochi giorni fa nelle Marche, così come tutte le calamità che si susseguono sempre più rapidamente in tutto il mondo. Non possiamo più far finta di niente, stare a guardare come se nulla fosse e come se tutto questo non interessasse ognuno di noi.

Ecco perché oggi vi consigliamo 10 libri da leggere per approfondire il tema del cambiamento climatico ed imparare ad essere più consapevoli. 

10 libri sul cambiamento climatico

1. “La nostra casa è in fiamme” di Greta Thunberg

Iniziamo a parlarvi dei 10 libri sul cambiamento climatico con il volume scritto da Greta Thunberg, la giovane che ha sensibilizzato milioni di uomini e donne sul tema.

«Non voglio la vostra speranza. Voglio che proviate la paura che provo io ogni giorno. Voglio che agiate come fareste in un’emergenza. Come se la vostra casa fosse in fiamme. Perché lo è.» Greta Thunberg ha parlato chiaro ai grandi del mondo e ha iniziato così la sua battaglia contro il cambiamento climatico, convinta che «nessuno è troppo piccolo per fare la differenza».

Lo “sciopero della scuola per il clima” di una solitaria e giovanissima studentessa davanti al parlamento svedese è diventato un messaggio globale che ha coinvolto in tutta Europa centinaia di migliaia di ragazzi che seguono il suo esempio in occasione dei #fridaysforfuture. Greta ha dato inizio a una rivoluzione che non pare destinata a fermarsi, una battaglia da combattere per un futuro sottratto alle nuove generazioni al ritmo furioso dei 100 milioni di barili di petrolio consumati ogni giorno.

“La nostra casa è in fiamme” è la storia di Greta, dei suoi genitori e di sua sorella Beata, che come lei soffre della sindrome di Asperger. È il racconto delle grandi difficoltà di una famiglia svedese che si è trovata ad affrontare una crisi imminente, quella che ha travolto il nostro pianeta. È la presa di coscienza di come sia urgente agire ora, quando nove milioni di persone ogni anno muoiono per l’inquinamento. È il «grido d’aiuto» di una ragazzina che ha convinto la famiglia a cambiare vita e ora sta cercando di convincere il mondo intero. 

2. “Il clima che cambia” di Luca Mercalli

Il secondo libro che vi suggeriamo se volete sapere di più sul cambiamento climatico, ecco un volume edito da Bur e scritto da Luca Mercalli.

Mai come oggi l’atmosfera terrestre, gli oceani e i continenti sono stati tanto sorvegliati dal punto di vista meteorologico e ambientale, e ogni anno la comunità scientifica internazionale produce migliaia di ricerche che confermano la portata epocale dei danni inflitti dalle attività umane al sistema-Terra.

Non conosciamo tutto di come funziona il clima terrestre, ma ormai da anni ne sappiamo abbastanza per comprendere la gravità della situazione, il rischio di collasso degli ecosistemi da cui dipendiamo e l’urgenza di intervenire con azioni efficaci. A cosa servirebbero, infatti, secoli di avanzamento della conoscenza, se poi restassimo impreparati di fronte alla più grande sfida della storia umana, pur avendola prevista con decenni di anticipo?

Luca Mercalli, ricercatore e divulgatore scientifico che da anni racconta agli italiani la meteorologia e l’attualità climatica e ambientale, ci aiuta a orientarci con questo libro, pubblicato per la prima volta nel 2009, e ora completamente revisionato alla luce dei molteplici aggiornamenti dal mondo della ricerca e dei negoziati internazionali.

Dalla storia di chi ha scoperto il riscaldamento globale, alla fusione dei ghiacciai alpini, fino a ciò che possiamo fare nella vita quotidiana per alleggerire il nostro contributo climalterante, una base di informazione per costruire la consapevolezza necessaria a quel “salto evolutivo” che (se riusciremo a fare) permetterà alle prossime generazioni di vivere ancora dignitosamente su questo pianeta.

3. “Verso un Nuovo Mondo: Conversazioni sull’ecologia profonda” di Guido Dalla Casa

Se vi piacciono i racconti e avete poco tempo da dedicare alla lettura, questa raccolta incentrata sul tema dell’ambiente e del cambiamento climatico fa per voi. 

Un emozionante raccolta di articoli del Docente di Ecologia Interculturale d’Urbino sul tema dell’ambiente e sulle sfide che siamo tenuti ad affrontare, al di là di sterili slogan ed imposture politiche. Un percorso serio e che ci fa esplorare il tema dell’Ecologia Profonda, dei rischi di politiche che trascurano la salute del nostro pianeta, un insieme di riflessioni e studi, analisi e critiche che non sono mai banali, mai superficiali e rimangono impresse nella mente.

Uno dei maggiori esperti di Ecologia Profonda, già autore di vari testi in merito, ci accompagna in un nuovo libro illuminante e affascinante sul nostro futuro.

4. “Storia dei cambiamenti climatici. Lezioni di sopravvivenza dai nostri antenati” di B. Fagan e N. Durrani

Il quarto suggerimento è un libro che racconta la storia del cambiamento climatico.

2334 a.C.: dopo una lunga serie di guerre tra città-stato, causate dalla scarsità di grano e dall’inaridimento del territorio, Sargon, re di Akkad, unifica la Mesopotamia, dando vita al primo impero mai esistito. 536: per diciotto mesi un quarto del pianeta non vede la luce del sole a causa di una eruzione vulcanica in Islanda; di lì a poco la peste di Giustiniano farà precipitare l’Europa in una crisi che si protrarrà per quasi cento anni.

1362: una violenta burrasca, ribattezzata Grote Mandrenke – la «grande affogatrice di uomini» – travolge le coste del Mare del Nord, distruggendo più di sessanta paesi in Danimarca. Lungo tutto il corso della sua esistenza l’umanità ha dovuto affrontare, contrastare e prevedere disastri climatici e ambientali ogni volta potenzialmente irreparabili.

Questo libro ne ripercorre la storia alla luce del nostro rapporto con gli elementi: quella di Fagan e Durrani è una narrazione che spazia tra i secoli e i continenti alla ricerca delle soluzioni e degli adattamenti che i nostri antenati hanno individuato per sopravvivere agli sconvolgimenti naturali. 

5. “70 (e più!) missioni anti cambiamento climatico” di Martin Dorey

Ed ecco un titolo adatto anche ai più piccoli, per farli avvicinare al tema del cambiamento climatico sin dalla giovane età. 

Il pianeta ha la febbre e ha bisogno del tuo aiuto! Le temperature si stanno alzando ma a te bastano solo 120 secondi per trasformarti in un vero supereroe e fare la differenza. Porta a termine le missioni anti cambiamento climatico che trovi in questo libro. 

6. “Storie per ragazze e ragazzi che vogliono salvare il mondo” di C. Benedetto e L. Ciliento

Un altro titolo adatto a far approcciare i bambini al tema del cambiamento climatico è questo volume illustrato che racconta bellissime storie di uomini e donne che, sin da giovani, sono stati impegnati nella lotta per l’ambiente. 

Le star hollywoodiane Emma Watson e Leonardo DiCaprio, il Premio Nobel Wangari Maathai, il pluripremiato fotografo Sabastião Salgado e la determinata attivista svedese Greta Thunberg potranno sembrarti persone molto diverse fra loro. Eppure hanno qualcosa in comune. Hanno capito che salvare il mondo si può, giorno dopo giorno.

Sin da piccoli. Le loro passioni li hanno portati a vivere esperienze incredibili e a diventare donne e uomini straordinari con una missione urgentissima: lottare per la salvaguardia dell’ambiente. Ognuno si è impegnato a modo proprio, ma tutti si sono schierati in prima linea, con iniziative concrete che hanno fatto e faranno la differenza. Diciassette eroi descritti in sedici ritratti; sedici storie esemplari magnificamente illustrate e un unico messaggio di vitale importanza: non si è mai troppo piccoli per difendere il mondo.

7. “Il cambiamento climatico in prospettiva geografica” di A. Bagliani, A. Pietta, S. Bonati

Il settimo libro che vi suggeriamo ha un approccio decisamente più accademico.

Il testo propone una trattazione del cambiamento climatico che prende in considerazione le conoscenze derivanti da numerosi saperi disciplinari, tra loro complementari. Gli argomenti esposti coprono gli aspetti più importanti della tematica: i meccanismi di funzionamento fisico, la vulnerabilità e gli impatti sugli ecosistemi e sulle società umane, le politiche adottate e desiderabili.

Si tratta di un tema particolarmente complesso, molto spesso affrontato in modo semplicistico o, addirittura, attraverso narrazioni costruite deliberatamente per negarne l’esistenza. Di fronte a questa situazione gli autori hanno deciso di progettare contenuti e forma espositiva del volume in modo da rispecchiare al meglio le conoscenze scientifiche comprovate. Grande attenzione è stata inoltre posta nella scelta delle chiavi interpretative utilizzate per analizzare l’argomento.

Lo scritto presenta una rilettura critica, in prospettiva geografica, della tematica del cambiamento climatico. Si struttura lungo i vari capitoli attraverso un percorso parallelo: da un lato l’esposizione sistematica dei contenuti, dall’altro lo sviluppo di chiavi di lettura geografica, che tengono in considerazione le diverse scale spaziali coinvolte, le relazioni tra luoghi e la complessità dei territori locali da cui si originano le cause e su cui ricadono gli effetti del riscaldamento globale.

8. “Politiche per l’ambiente” di E. Dansero e M. Bagliani

E per guardare anche a ciò che è stato fatto finora dai nostri rappresentanti politici in merito alla questione del cambiamento climatico, vi consigliamo “Politiche per l’ambiente. Dalla natura al territorio”.

La questione ambientale, oggi più che mai oggetto di una forte attenzione da parte dell’opinione pubblica, dei politici e degli esperti, ha ormai assunto sempre più importanza anche negli insegnamenti universitari. Prima ancora che problema tecnico-scientifico, l’ambiente nella sua pluralità di emergenze si impone come problema culturale, da contestualizzare nella sua evoluzione storica e nel suo divenire territoriale.

Ma, a ben vedere, parlando di ambiente ci si riferisce sovente a cose assai diverse: il termine è di volta in volta usato come sinonimo di natura, paesaggio, habitat, territorio, ecosistema. Appare dunque più opportuno parlare di politiche per l’ambiente, ovvero di una pluralità di significati e rappresentazioni dell’ambiente a cui corrisponde una pluralità di politiche.

Tante politiche, quindi, che però devono intrecciarsi e completarsi a vicenda. Nella costruzione delle risposte da parte della società, servono dunque strumenti culturali, tecnici e scientifici per cogliere la complessità dei problemi ambientali, i conflitti e le esigenze partecipative.

9. “Sex and the climate. Quello che nessuno vi ha ancora spiegato sui cambiamenti climatici” di Stefano Caserini

Il nono titolo è molto diverso rispetto ai precedenti che vi abbiamo suggerito. Affronta in tema del cambiamento climatico guardando ad una prospettiva totalmente differente.

Ogni anno sono pubblicati migliaia di articoli sul cambiamento climatico, sulle sue conseguenze economiche, ambientali, sociali. Non si citano mai le sue connessioni con i sentimenti o il desiderio di congiunzione fra esseri umani. Che le cause siano la timidezza o il pudore?

Questo libro cerca di colmare la lacuna, raccontando punti di conflitto e sinergie fra due mondi apparentemente lontani. Stefano Caserini passa in rassegna gli indizi disseminati in riviste scientifiche, giornali, libri, canzoni, web, nel tentativo di arrivare a conclusioni o a ipotesi sensate su come questo legame potrebbe evolvere in futuro. Tra incertezze e stravaganze, l’autore ci suggerisce come prepararci e come reagire. O magari come approfittarne e divertirci.

10. “La grande cecità. Il cambiamento climatico e l’impensabile” di Amitav Ghosh

Infine, il decimo libro sul cambiamento climatico che vi consigliamo è un piccolo gioiello scritto da Amitav Ghosh.

Nei primi anni del XXI secolo Amitav Ghosh lavorava alla stesura de “Il paese delle maree”, il romanzo che si svolge nelle Sun-darban, l’immenso arcipelago di isole che si stende fra il mare e le pianure del Bengala.

Occupandosi della grande foresta di mangrovie che le ricopre, Ghosh scoprì che i mutamenti geologici che ciclicamente vi avvenivano – un argine poteva sparire nell’arco di una notte, trascinando con sé case e persone – stavano diventando qualcos’altro: un cambiamento irreversibile, il segno di un inarrestabile ritrarsi delle linee costiere e di una continua infiltrazione di acque saline su terre coltivate.

Che un’intera area sotto il livello del mare come le Sundarban possa essere letteralmente cancellata dalla faccia della terra non è cosa da poco. Mostra che l’impatto accelerato del surriscaldamento globale è giunto ormai a minacciare l’esistenza stessa di numerose zone costiere della terra. La domanda, per Ghosh, nacque perciò spontanea.

Come reagisce la cultura e, in modo particolare, la letteratura dinanzi a questo stato di cose? La risposta è contenuta in questo libro in cui l’autore della trilogia della «Ibis» ritorna con efficacia alla scrittura saggistica.

© Riproduzione Riservata