Scuola

Rientro a scuola. Studenti dietro i banchi senza mascherina

Sedute monoposto e distanziamento di un metro tra gli studenti, ma, una volta seduti, gli studenti potranno non indossare la mascherina
scuola banchi

Sedute monoposto e distanziamento di un metro tra gli studenti, ma, una volta seduti, gli studenti potranno non indossare la mascherina. La regola varrà per tutti, dai 6 anni fino alla maturità. Come annunciato dal Corriere della Sera, nella riunione prevista per oggi pomeriggio, il comitato tecnico scientifico confermerà l’orientamento di queste ultime settimane sull’uso della mascherina a scuola.

Quando dovranno indossare la mascherina

Gli alunni dovranno indossare la mascherina quando entrano ed escono da scuola, quando vanno in bagno, per arrivare in mensa e anche durante l’intervallo. Ma, una volta seduti in classe, possono toglierla. Per gli insegnanti invece il Cts prescrive mascherine chirurgiche o mascherine trasparenti, come quelle per i non udenti, che permettono agli altri di vedere la bocca e l’espressione del volto. Gli insegnanti potranno togliere la mascherina mentre spiegano. Per questo motivo è stata prevista una distanza di due metri tra la cattedra e il primo banco per consentire ai docenti di spiegare senza la mascherina.

La questione dei tamponi

Alla vigilia della ripresa, le paure si moltiplicano, sopratutto per gli studenti delle scuole superiori, che entreranno in contatto nel pomeriggio, magari con altre attività extra scolastiche. Il Cts ha bocciato l’ipotesi di tamponi a tappeto, dal momento che ci sono problemi di numeri. Il presidente dei presidi (Anp) Antonello Giannelli ai genitori vorrebbe almeno chiedere l’autocertificazione, in cui si dichiara che il figlio non ha avuto contatti con contagiati e non è in quarantena. Mentre la federazione degli infermieri lancia l’idea di mandare nelle scuole almeno 8000 infermieri.

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti