Coronavirus

Quando riaprono le scuole: la situazione regione per regione

Da lunedì si prevede la riapertura delle scuole in Campania, Trentino Alto Adige e Veneto, mentre domani si decide per la Lombardia
riaprono-le-scuole

Dopo la bufala secondo cui il Primo Ministro Conte avrebbe chiuso tutte le scuole d’Italia, da ieri hanno iniziato a diffondersi false indicazione in merito a uno stop sicuro alle lezioni fino all’8 marzo. Intanto, il ministero dell’Istruzione ha avviato sul sito del Miur una sezione di informazioni su tutto quello che riguarda le scuole. Restano sospese le gite e le attività di alternanza scuola lavoro fino al 15 marzo.

La situazione regione per regione

Dopo il primo caso di Coronavirus in Puglia, da ieri le scuole di Taranto sono chiuse. Nessun ritorno in classe neppure per gli studenti delle Marche. Da lunedì si prevede, invece, la riapertura delle scuole in Campania, Trentino Alto Adige e Veneto. «I contagi crescono in misura minimale – ha commentato ieri il governatore veneto Luca Zaia – siamo pronti a non reiterare l’ordinanza di chiusura delle scuole». Nella zona rossa le scuole resteranno chiuse, anche se si moltiplicano in tutto il territorio le iniziative di lezioni a distanza, come ci ha raccontato qui la Dirigente dell’Istituto di Codogno Cecilia Cugini. Per quanto riguarda la Lombardia si dovrà attendere fino a sabato per una decisione definitiva: «Dobbiamo capire se il trend di diffusione rallenta e magari si blocca. Quando avremo riscontri positivi in questo senso, ci daranno il via libera ad attuare o revocare le misure», ha dichiarato il presidente della Regione Lombardia. Oggi ci sarà un incontro fra il governatore dell‘Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, e i sindaci della regione per decidere se rinnovare l’ordinanza di domenica scorso o procedere per la riapertura. 

Le università

Una buona notizia per gli universitari, che potranno tornare nelle aule da lunedì. Restano attive le lezioni a distanza per gli studenti che non si possono muovere dalla zona rossa o che sono in quarantena.  

 

© Riproduzione Riservata