Sei qui: Home » Intrattenimento » Il monologo del naso, la forza delle parole nel “Cyrano de Bergerac”