Sei qui: Home » Intrattenimento » Oroscopo dei libri 2023 per il segno dello Scorpione

Oroscopo dei libri 2023 per il segno dello Scorpione

In vista dell'inizio del 2023, scopriamo cosa riserva il nuovo oroscopo dei libri dell'astrologa Loredana Galiano per il segno dello Scorpione

Mancano sempre meno giorni alla fine del 2022 ed è arrivato anche il fatidico momento dei bilanci e dei progetti futuri. Per questo viene sempre comodo leggere il nostro nuovo oroscopo. Oggi scopriamo cosa potrà aspettarsi il segno dello Scorpione.

 

Oroscopo Scorpione: 23/10 – 22/11: alla scoperta di nuovi orizzonti

Le vostre parole dell’anno sono:

“rimuovete la cassetta dei suggerimenti; meglio fare che fare bene; piccoli modi di vedere”.

Sul fronte amoroso e affettivo

Secondo il vostro oroscopo, potreste vivere tra una serie di contraddizioni e discussioni previsti e momenti di dolcezza e a volte vi sembrerà di essere sulle montagne russe, ma a voi le complicazioni non dispiacciono certo. Sarà probabile che dobbiate rivedere aspettative e progetti in merio ad una relazione, ad un rapporto poco soddisfacente. Potreste vivere l’amore in modo molto romantico con grande intuizione, complicità e sintonia emotiva. Potrebbe esserci un ritorno di fiamma con qualcuno del passato, che potrebbe ricordarvi i vostri momenti di passione. Complicare le cose non vi dispiacerà affatto, la trasgressione vi attrae sempre. Venere sarà pungente e alquanto fastidiosa, specie in estate, ma sarà un pungolo a vedervi intorno a cercare nuove situazioni piccanti.

 

Sul fronte professionale e lavorativo,

Anche qui, secondo il nuovo oroscopo, una serie di aspetti planetari vi porteranno alla scoperta di nuovi orizzonti professionali che vi apriranno la mente. Aspetti armonici e stimolanti faranno capolino nella vostra vita per il prossimo anno nuovo. Bandirete la noia, ma sarete carichi di adrenalina, di sfide, di curiosità, di prove da superare, di nuovi cambiamenti e rivoluzioni. Il vostro lavoro potrebbe andare meglio se rimuovete i suggerimenti dalla vostra cassetta degli attrezzi.

Sarebbe meglio seguire il vostro intuito e riscrivere il vostro planning. Avrete poco denaro per investire, ma nuovi pensieri occuperanno la vostra mente. Quanto tutto l’Universo si mette contro, vorreste star fermi e non sarebbe male, intanto il tempo corre e bisogna correre ai ripari. In ufficio o sul cantiere sarebbe meglio darsi da fare anche se i risultati non saranno ottimi. Uno spiraglio di luce illuminerà il vostro lavoro. Molti saranno i cambiamenti e dovreste adattarvi in fretta. Sfrutterete la fantasia di Nettuno positivo per volare alto e raggiungere risultati impossibili.  

 

I simboli dell’oroscopo

Il vostro portafortuna dell’anno sarà il quarzo citrico, nota come la pietra del denaro, ed è maggiormente indicata per voi che siete sempre alla ricerca del successo finanziario nel mondo degli affari grazie alla vostra grande capacità di aumentare la forza di volontà e la determinazione.

Il vostro colore dell’anno sarà il marrone – ruggine, il colore della terra, della protezione, del nido, della casa, della semplicità, della materialità. Usate indumenti di questo colore, magari dei bei completi intimi.

 

Oroscopo dei libri per lo Scorpione

Per questo oroscopo dei libri, il segno dello scorpione si merita un vero capolavoro: L’arte di correre di di Haruki Murakami.

Quando, nel 1981, Murakami chiuse Peter Cat, il jazz bar che aveva gestito nei precedenti sette anni, per dedicarsi solo alla scrittura, ritenne che fosse anche giunto il momento di cambiare radicalmente abitudini di vita: decise di smettere di fumare sessanta sigarette al giorno, e – poiché scrivere è notoriamente un lavoro sedentario e Murakami per natura tenderebbe verso una certa pinguedine – di mettersi a correre. Da allora, di solito scrive quattro ore al mattino, poi il pomeriggio corre dieci o più chilometri. Qualche anno più tardi si recò in Grecia dove per la prima volta percorse tutto il tragitto classico della maratona. L’esperienza lo convinse: da allora ha partecipato a ventiquattro di queste competizioni, ma anche a una ultramaratona e a diverse gare di triathlon.

Scritto nell’arco di tre anni, “L’arte di correre” è una riflessione sulle motivazioni che ancora oggi spingono l’ormai sessantenne Murakami a sottoporsi a questa intensa attività fisica che assume il valore di una vera e propria strategia di sopravvivenza. Perché scrivere – sostiene Murakami – è un’attività pericolosa, una perenne lotta con i lati oscuri del proprio essere ed è indispensabile eliminare le tossine che, nell’atto creativo, si determinano nell’animo di uno scrittore. Al tempo stesso, questo insolito libro propone però anche illuminanti squarci sulla corsa in sé, sulle fatiche che essa comporta, sui momenti di debolezza e di esaltazione che chiunque abbia partecipato a una maratona avrà indubbiamente provato.

 

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento