Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » Lasciali parlare, il film con Meryl Streep alla ricerca di se stessa
film da vedere

Lasciali parlare, il film con Meryl Streep alla ricerca di se stessa

Lasciali parlare è un film del 2020 diretto da Steven Soderbergh che racconta la storia di Alice Hughes, una famosa scrittrice interpretata da Meryl Streep

Un film che parla di occasioni mancate, di ferite mai rimarginate, di intimità e rimpianti anche. Lasciali parlare (Let Them All Talk) è un film del 2020 diretto da Steven Soderbergh, in programmazione su Sky Primafila Premiere, Infinity, Google Play, TimVision, Rakuten Tv, PlayStation Store, Chili. Il film racconta la storia di Alice Hughes, una famosa scrittrice interpretata da Meryl Streep, che viene invitata a ritirare un premio prestigioso, ma non amando volare decide di andarci in nave e chiede a due amiche di vecchia data (e a suo nipote) di accompagnarla. Il grosso del film è ambientato lì e soprattutto è improvvisato.

Trama di Lasciali parlare

Alice Hughes è un’autrice vincitrice del Premio Pulitzer che lavora al suo ultimo manoscritto, che il suo editore spera sarà un sequel del suo lavoro più noto, You Always/You Never. Alice riceve un premio letterario nel Regno Unito e salpa a bordo della nave Queen Mary 2 per attraversare l’oceano Atlantico. Alice invita suo nipote Tyler ad assisterla durante il viaggio e le sue amiche dei tempi dell’università Roberta e Susan, con cui ha perso i contatti. Alice e Roberta hanno una relazione difficile derivante dalla convinzione di Roberta che Alice abbia usato dettagli su di lei in “You Always/You Never”, cosa che Roberta ritiene abbia fatto deragliare la sua vita. All’insaputa di Alice, la sua agente Karen si unisce a loro sulla nave, sperando di conoscere dei dettagli sul nuovo libro di Alice.

Dopo essere sbarcati dalla nave, Alice e Roberta hanno una conversazione sul loro allontanamento. Roberta dice ad Alice che le fornirà i dettagli della vita di cui Alice avrebbe bisogno per scrivere un sequel di “You Always/You Never”, ma vuole una parte dei profitti in cambio. Alice rifiuta questa offerta, ma quella sera inizia a lavorare a un nuovo progetto di scrittura. La mattina dopo, un uomo che Tyler ha visto uscire spesso dalla stanza di Alice sulla nave lo saluta alla porta di Alice. Rivela di essere il dottor Mitchell, il medico personale di Alice, e che Alice è morta nella notte per trombosi venosa profonda; Il dottor Mitchell era a bordo della nave per somministrare ad Alice iniezioni di un farmaco per fluidificare il sangue.

Tyler, Roberta e Susan visitano la tomba dell’autore del XIX secolo Blodwyn Pugh, come Alice aveva voluto che facessero. Tornata negli Stati Uniti, Roberta consegna la scrittura di Alice, che ha preso dalla stanza di Alice dopo la sua morte, a Karen nella speranza di trarne profitto. Karen sostiene che il lavoro è incompiuto e non può essere pubblicato, ma incoraggia l’idea di Roberta di scrivere lei stessa un libro sulle sue esperienze di vita.

Susan lavora con Kelvin Krantz su un nuovo libro basato su una sua idea che ha condiviso con Krantz a bordo della nave. Tyler riceve la scrittura incompiuta di Alice da Karen e la restituisce al suo appartamento, ricordando un discorso che Alice fece per celebrare l’esistenza della coscienza e la capacità delle persone di influenzarsi a vicenda.

Perché vederlo

Senza pause, senza tempi tecnici per preparare l’illuminazione e senza copioni, Lasciali parlare è stato girato in un tempo record: 10 giorni. La pellicola di Steven Soderbergh è un film particolare che narra la fortuna degli altri “che è la pillola più difficile da ingoiare”, la capacità di riconciliarsi con se stessi, l’umanità perduta, il senso della creazione letteraria. Un film da vedere soprattutto per la grande prova recitativa di Meryl Streep, Candice Bergen e Dianne Wiest: donne protagoniste di un percorso di 7 giorni per ritrovarsi e riconoscersi.

 

© Riproduzione Riservata