Sei qui: Home » Intrattenimento » “D. Time – il tempo di Lady D.”, il documentario sulla Principessa Diana
Il documentario

“D. Time – il tempo di Lady D.”, il documentario sulla Principessa Diana

Rai Documentari ricorda Lady D. in una coproduzione mondiale che la vede interprete unica del suo tempo, attraverso gli ultimi trent’anni del XX secolo

Questa sera alle 21:25 su Rai Uno il documentario “D. Time – il tempo di Lady D.” Nel giorno dell’anniversario della sua morte, Rai Documentari ricorda Lady D. in una coproduzione mondiale che la vede interprete unica del suo tempo, attraverso gli ultimi trent’anni del XX secolo. 

“D. Time – il tempo di Lady D.”

Diana, interprete unica del suo tempo, capace di influenzare e comprendere lo spirito degli ultimi trent’anni del XX secolo, ha contribuito ad ispirare profondi cambiamenti sociali, passando da timida sposa alle prime esperienze nella casa reale inglese, a donna e principessa impegnata nel sociale insieme alle star di Hollywood e del pop anni ’80, fino a diventare la “Principessa del popolo”, emblema pubblico di un nuovo candore emotivo, durante i mutevoli anni ’90 della Gran Bretagna sotto i New Labour.

 

La produzione

“D. Time – il tempo di Lady D.” è una coproduzione mondiale sulla vita della principessa Diana presentata dalla conduttrice del Tg1 Laura Chimenti che interpreta l’intenzione del documentario e ne fa la voce narrante guidandoci nel racconto della vita di Lady D. e dei trent’anni che l’hanno vista protagonista della scena internazionale. Il documentario include filmati d’archivio straordinari e inediti della vita della principessa, insieme a scene iconiche dei cambiamenti culturali, sociali, economici che Diana ha vissuto negli anni ’80 e ’90. 

Il commento del direttore Rai Documentari

“Abbiamo deciso di partecipare alla produzione di questo documentario perché, diversamente dalle altre biografie, ci rivela la principessa Diana come elemento di trasformazione della società, mettendo in luce come la sua personalità abbia cambiato per sempre il modo di percepire la sua epoca” afferma Duilio Giammaria

© Riproduzione Riservata