Sei qui: Home » Frasi » Perché è difficile essere sinceri secondo Luigi Pirandello
La citazione del giorno

Perché è difficile essere sinceri secondo Luigi Pirandello

Iniziamo la giornata con questa frase di Luigi Pirandello, grande drammaturgo, scrittore e poeta italiano, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1934

Luigi Pirandello è stato un grande drammaturgo, scrittore e poeta italiano nato il 28 giugno 1867 e scomparso il 10 dicembre 1936, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1934. Tante le sue opere entrate nella storia. Tra i romanzi, impossibile non ricordare ”Il fu Mattia Pascal” e ”Uno, nessuno e centomila”. Abbiamo scelto di iniziare con una sua massima, tratta dalla raccolta “Novelle per un anno”. 

Nulla è più complicato della sincerità.

Luigi Pirandello e il tempo delle maschere oggi

Luigi Pirandello e il tempo delle maschere oggi

L’uso delle mascherine aumenterà la distanza tra essere e apparire come teorizzava Luigi Pirandello? Lo abbiamo chiesto a Giuseppe Lupo, professore di letteratura italiana contemporanea e scrittore

La sincerità

Ma perché secondo Luigi Pirandello nulla è più complicato della sincerità? L’autore spiega questo concetto all’interno della novella “La realtà del sogno (1914). “Fingiamo tutti spontaneamente, non tanto innanzi agli altri, quanto innanzi a noi stessi; crediamo sempre di noi quello che ci piace credere, e ci vediamo non quali siamo in realtà, ma quali presumiamo d’essere secondo la costruzione ideale che ci siamo fatta di noi stessi.”

Un concetto, quello della difficoltà di essere sinceri, che Luigi Pirandello definisce ulteriormente all’interno del concetto di maschera:  simbolo alienante, indice della spersonalizzazione e della frantumazione dell’io in identità molteplici, e una forma di adattamento in relazione al contesto e alla situazione sociale in cui si produce un determinato evento.

Luigi Pirandello faceva la distinzione tra l’essere e l’apparire di ciascun uomo. L’autore parlava di “recita del mondo”: l’umanità viveva in un perenne palcoscenico, costretta a comportarsi in un certo modo. Ciò comportava secondo Luigi Pirandello una schizofrenia tra l’essere e l’apparire.

Un concetto ancora oggi più che mai attuale, soprattutto in considerazione dell’emergenza Covid che ci ha messo spesso davanti al tema del mascherarsi, di apparire parzialmente all’esterno, o comunque diversamente da come si è in realtà, ad esempio dietro ad un pc durante le lauree effettuate in videoconferenza su Skype o durante il lavoro in smart working: una parte del corpo o del volto esibita attraverso la videocamera di un tablet o un computer è valorizzato e curato, mentre l’altra non visibile all’esterno spesso viene non curato, lasciato in tenuta casalinga.

Luigi Pirandello

Pirandello è lo scrittore italiano del Novecento più famoso nel mondo. Come è successo per Machiavelli, anche dal nome Pirandello derivano alcuni termini. Con il termine “pirandelliano”, ad esempio, si indica un avvenimento o una situazione paradossale, proprio come accade nei romanzi dello scrittore siciliano. Oltre alla sua attività di romanziere, Pirandello è considerato uno dei più grandi innovatori del teatro. In particolare, si può citare “Sei personaggi in cerca d’autore”, una delle opere più rivoluzionarie al mondo in campo teatrale.

Luigi Pirandello, le frasi e gli aforismi più celebri del drammaturgo

Luigi Pirandello, le frasi e gli aforismi più celebri del drammaturgo

Luigi Pirandello è uno dei più grandi scrittori e drammaturghi del Novecento. Lo ricordiamo con i suoi aforismi più celebri

Novelle per un anno

Alcune tra le più famose novelle di Pirandello, tra cui Pensaci, Giacomino !, La giara e Ciaula scopre la luna, permettono di conoscere uno degli autori più amati della letteratura italiana. Può il semplice fischio del treno cambiare la vita di un uomo ? E una marsina stretta e strappata può essere cosi importante da salvare una povera giovane dall’ipocrisia della società ? Come sempre, le storie di Pirandello mostrano l’altra faccia degli uomini e del loro modo di vivere. Una raccolta di nove Novelle per conoscere non solo un grande scrittore, ma il mondo in cui viviamo e il vero aspetto dell’essere umano.

 

 

© Riproduzione Riservata