Sei qui: Home » Frasi » Carlos Ruiz Zafón, le frasi più belle dello scrittore catalano

Carlos Ruiz Zafón, le frasi più belle dello scrittore catalano

Carlos Ruiz Zafón è stato uno degli scrittori più amati, capaci di regalare ai suoi lettori indimenticabili storie. Ecco i suoi aforismi più belli

Carlos Ruiz Zafón è uno scrittore originario di Barcellona, autore di bellissimi e travolgenti romanzi come “L’ombra del vento” (2002), “Il gioco dell’angelo” (2008), “Marina” (1999), “Il labirinto degli spiriti” (2016). Le sue storie affrontano varie tematiche come la vita, la morte e l’amore, regalandoci storie che difficilmente ci toglieremo dalla mente o scorderemo. Le ambientazioni tra il misterioso, il thriller e il romantico ci danno l’idea di una Barcellona diversa dal solito, ricca di segreti e di ombre.

Carlos Ruiz Zafón

Nato a Barcellona nel 1964. Debutta nel 1993 con “El Príncipe de la Niebla” e successivamente pubblica altre tre novelle indirizzate ad un pubblico giovanile: “El Palacio de la Medianoche”, “Las Luces de Septiembre” e “Marina”. Esordisce nella narrativa per adulti con L’ombra del vento, che è diventato uno dei maggiori successi della letteratura spagnola. Le sue opere sono state tradotte in più di quaranta lingue e pubblicate in più di cinquanta paesi ottenendo numerosi premi internazionali e conquistando milioni di lettori di tutte le età. Carlos Ruiz Zafon è morto il 19 giugno del 2020 a soli 56 anni.

Viaggio a Barcellona attraverso i romanzi di Carlos Ruiz Zafón

Viaggio a Barcellona attraverso i romanzi di Carlos Ruiz Zafón

Attraverso i libri del celebre scrittore spagnolo, è possibile ricostruire un itinerario turistico alla scoperta dei luoghi suggestivi di Barcellona

Scrittore di successo

Le storie scritte da Carlos Ruiz Zafon affrontano varie tematiche come la vita, la morte e l’amore, regalandoci storie che difficilmente ci toglieremo dalla mente o scorderemo. Le ambientazioni tra il misterioso, il thriller e il romantico ci danno l’idea di una Barcellona diversa dal solito, ricca di segreti e di ombre.

Il libro che lo ha consacrato è “La Sombra del Viento” (L’ombra del vento), il primo romanzo di Carlos Ruiz Zafón destinato a un pubblico adulto. Il libro esce nel 2001 in sordina in Spagna, poi grazie al passaparola degli entusiasti lettori, l’opera raggiunge il vertice delle classifiche letterarie spagnole ed europee, divenendo di fatto un vero e proprio fenomeno letterario.

Oltre otto milioni sono le copie vendute nel mondo: acclamato come una delle grandi rivelazioni letterarie degli ultimi anni, il libro viene tradotto in oltre 40 lingue, ottenendo numerosi premi a livello internazionale. Alla fine del 2003, arriva alla sua 29ma edizione. In Italia viene pubblicato nel 2004 da Mondadori, che arriverà alla ristampa numero 38 per il 2011.

Gli aforismi di Carlos Ruiz Zafón

Ecco le frasi e gli aforismi più belli di Carlos Ruiz Zafón, contenuti all’interno dei suoi libri.

 

“Parlare è da stupidi, tacere è da codardi, ascoltare è da saggi.”

 

******

 

“Nel momento in cui ti soffermi a pensare se ami o meno una persona, hai già la risposta.”

 

******

 

“Dimmi di cosa ti vanti e ti dirò di cosa sei privo.”

 

******

 

Carlos Ruiz Zafón, i libri da leggere dello scrittore spagnolo

Carlos Ruiz Zafón, i libri da leggere dello scrittore spagnolo

Autore de L’ombra del vento, Carlos Ruiz Zafón è stato uno degli autori più letti e ammirati in tutto il mondo nei primi due decenni del 21° secolo

 

“Il mondo non verrà distrutto da una bomba atomica, come dicono i giornali, ma da una risata, da un eccesso di banalità che trasformerà la realtà in una barzelletta di pessimo gusto.”

 

******

 

“Prima o poi, l’oceano del tempo ci restituisce i ricordi che vi seppelliamo.”

 

******

 

“A volte è più facile confidarsi con un estraneo. Chissà perché? Forse perché un estraneo ci vede come siamo realmente, e non come vogliamo far credere di essere.”

 

******

 

“Gli esseri umani sono disposti a credere a qualunque cosa tranne che alla verità.”

 

******

 

“La televisione è l’Anticristo. Nel giro di tre o quattro generazioni la gente non sarà più nemmeno in grado di scoreggiare da sola e l’essere umano regredirà all’età della pietra, alla barbarie medievale, a uno stadio che la lumaca aveva già superato all’epoca del pleistocene.”

 

******

 

“Sai qual è il bello dei cuori infranti?” domandò la bibliotecaria. Scossi la testa. “Che possono rompersi davvero soltanto una volta. Il resto sono graffi”.

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento