Una passeggiata notturna alle terme di Caracalla

Da oggi 23 agosto è possibile visitare le terme di Caracalla in orario notturno, per scoprire la bellezza di questo luogo magico
Una passeggiata notturna alle terme di Caracalla

MILANO – Romantico e misterioso, da oggi 23 agosto fino al 29 settembre sarà possibile visitare le antiche terme di Caracalle grazie all’iniziativa Notturno sotterraneo. Quando la luce dorata del tramonto avvolge le monumentali vestigia di Caracalla, la visita ai sotterranei delle antiche terme, con le gallerie aperte per la prima volta al pubblico, assume un fascino quasi magico da non perdersi assolutamente.

Il percorso

Se desiderate passeggiare e visitare le bellissime terme di Caracalla sotto una luce particolare, dal 23 agosto al 29 settembre le Terme di Caracalla accoglieranno l’iniziativa Notturno sotterraneo. Ogni venerdì e domenica sera l’iniziativa offrirà a gruppi di massimo 30 partecipanti l’opportunità di effettuare visite guidate nei sotterranei. Quest’anno i sotterranei sono stati ampliati con l’apertura di nuovi settori, tra i forni, le caldaie, i tunnel adibiti al trasporto della legna e di altri materiali per il funzionamento degli impianti.
I visitatori potranno anche ammirare una vera e propria sala macchine delle Terme dove è stata allestita la mostra Il segreto del Tempo: Fabrizio Plessi a Caracalla.

Il percorso ha inizio nell’area centrale del monumento, con gli ambienti termali dedicati alla cura del corpo: le palestre, gli spogliatoi, il frigidarium, il tepidarium, il caldarium e la natatio, la grande piscina a cielo aperto.
La visita si conclude con una parte dedicata al mitreo di Caracalla, il più grande e meglio conservato tra quelli ritrovati a Roma. Nella grande aula, con la fossa sanguinis e ipræsepia, si percepisce tutta la misteriosa fascinazione del culto di Mitra, la divinità orientale che, seppure in forme diverse, ha avuto contatti con l’induismo, lo zoroastrismo persiano, l’ebraismo e il cristianesimo.

LEGGI ANCHE: Roma, aprono le Terme di Caracalla con una mostra immersiva

© Riproduzione Riservata