Van Gogh e Klimt contro le svastiche. A Fiumicino la cultura non si arrende

A Fiumicino la cultura non si arrende. In nome del Bello e dell'arte, le svastiche vengono ricoperte da quadri di pittori illustri
Van Gogh e Klimt contro le svastiche. A Fiumicino la cultura non si arrende

MILANO – Negli ultimi giorni Fiumicino è al centro delle notizie: infatti nella notte tra il 27 e 28 maggio autori anonimi hanno ricoperto le svastiche sui muri della città con delle poesie di Shakespeare, Ungaretti, Leopardi e Sandro Penna; successivamente però i fogli recanti i versi di quegli illustri poeti sono stati imbrattati con altre svastiche.
A Fiumicino però la cultura non indietreggia, soprattutto se lo scopo è quello di portare il bello sotto gli occhi di tutti. Ecco che dunque stanotte le svastiche sono state nascoste dai quadri di Van Gogh, Klimt, Botticelli, Pellizza da Volpeto e molti altri.

LEGGI ANCHE: Fiumicino, le poesie di Leopardi e di Ungaretti coprono le svastiche

ANSA
ANSA
ANSA
ANSA

Crediti foto: ANSA

© Riproduzione Riservata