Sei qui: Home » Arte » “Titanic: an immersive voyage”, la mostra immersiva sbarca a Milano

“Titanic: an immersive voyage”, la mostra immersiva sbarca a Milano

Arriva a Milano la mostra "Titanic: an immersive voyage". L'esposizione sarà ospitata allo Scalo Farini di Milano, con i biglietti in vendita a partire dal 4 luglio. Scopri in anteprima la mostra immersiva

Milano si prepara ad accogliere un evento straordinario che promette di trasportare i visitatori indietro nel tempo: “Titanic: An Immersive Voyage”.

Questa mostra offre un’esperienza immersiva senza precedenti, portando i partecipanti a rivivere i giorni gloriosi e tragici del Titanic.

Con oltre 300 manufatti originali, ricostruzioni dettagliate e tecnologie all’avanguardia come la realtà virtuale (VR), la mostra permette di vivere in prima persona la storia della leggendaria nave.

Titanic: An Immersive Voyage

La mostra

“Titanic: An Immersive Voyage” è adatta a tutte le età e la visita dura tra i 60 e i 90 minuti. L’esposizione sarà ospitata allo Scalo Farini di Milano, con i biglietti in vendita a partire dal 4 luglio. Tuttavia, per ottenere l’accesso prioritario, è possibile iscriversi alla lista d’attesa.

Questa mostra rappresenta un’opportunità unica per famiglie, appassionati di storia e curiosi di tutte le età di esplorare un capitolo iconico della storia umana.

La mostra immersiva vuol proporre ai visitatori un viaggio indimenticabile nella storia del Titanic: un’occasione unica di esplorare ogni aspetto della leggendaria nave, dalla sua ambiziosa creazione al tragico affondamento.

Il Titanic

Un’opera di ingegneria rivoluzionaria

Il Titanic, progettato e costruito dalla White Star Line nei primi anni del XX secolo, era il più grande e lussuoso transatlantico del suo tempo.

Concepito come una meraviglia della tecnologia moderna, la sua costruzione iniziò nel 1909 presso i cantieri Harland and Wolff a Belfast, Irlanda del Nord.

La nave, lunga circa 269 metri, alta 53 metri e pesante oltre 46.000 tonnellate, rappresentava il culmine dell’ingegneria navale dell’epoca.

Dotato di tutti i comfort più avanzati, il Titanic vantava piscine, palestre, biblioteche e ristoranti di lusso, offrendo ai passeggeri un’esperienza di viaggio senza pari.

La partenza, un viaggio da sogno

Il viaggio inaugurale del Titanic iniziò il 10 aprile 1912 da Southampton, con tappe a Cherbourg in Francia e Queenstown (oggi Cobh) in Irlanda, prima di dirigersi verso New York.

A bordo c’erano oltre 2.200 persone, tra cui alcuni dei più ricchi e influenti dell’epoca, così come emigranti in cerca di una nuova vita in America.

La mostra “Titanic: An Immersive Voyage” ricostruisce fedelmente l’ambiente di bordo, dalle sontuose cabine di prima classe alle anguste sistemazioni di terza classe, offrendo una visione completa della vita quotidiana sul transatlantico.

La tecnologia del Titanic

Il cuore del Titanic era alimentato da una delle più grandi e avanzate macchine a vapore del tempo, capace di generare una potenza straordinaria per spingere la nave attraverso l’Atlantico a una velocità massima di 23 nodi.

La sala macchine, le caldaie e gli ingranaggi sono ricostruiti minuziosamente nella mostra, permettendo ai visitatori di apprezzare l’ingegneria dietro questa meraviglia della tecnologia marittima.

I dettagli tecnici e le innovazioni dell’epoca vengono presentati in modo coinvolgente, rendendo omaggio alla maestria degli ingegneri e dei lavoratori che resero possibile questo colosso del mare.

Il tragico affondamento

Il 14 aprile 1912, il Titanic colpì un iceberg alle 23:40 e iniziò ad affondare rapidamente.

L’evento è suddiviso nella mostra in tre fasi: inondazione, affondamento e conseguenze.

Attraverso diorami, narrazioni audio e video, i visitatori possono comprendere meglio la sequenza degli eventi che portarono alla tragedia.

La mostra include anche un commovente memoriale che onora le vite perse, ricordando il sacrificio dei passeggeri e dell’equipaggio.

Testimonianze e oggetti personali esposti rendono omaggio alla memoria di coloro che persero la vita in quella fatidica notte.

L’Esplorazione del relitto

Una delle esperienze più coinvolgenti della mostra è la possibilità di indossare gli occhiali VR e immergersi nelle profondità dell’oceano per esplorare il relitto del Titanic.

Questa simulazione offre una visione unica dei resti della nave, come giacciono oggi a circa 3.800 metri sotto la superficie dell’Atlantico.

Attraverso la realtà virtuale, i visitatori possono “navigare” tra i corridoi sommersi e vedere da vicino la storia sepolta sotto le onde.

È un’esperienza emozionante e educativa che offre una nuova prospettiva sul disastro marittimo più famoso della storia.

© Riproduzione Riservata