Viaggi

Roma, un itinerario per godere della città tra arte e cultura

Vi proponiamo un'interessante itinerario per godere di Roma. Tra mostre, vie ricche di cultura e punti panoramici da favola
Roma, un itinerario per godere della città tra arte e cultura

MILANO –  Se pensavate di fare una gita fuori porta durante questo weekend, vi consigliamo di andare a Roma, la città eterna. Tra mostre imperdibili e passeggiate romantiche lungo il Tevere, vi proponiamo un itinerario per godere di questa meravigliosa città, mescolando arte, cultura e relax. Scegliete quale mostra vi possa appassionare e intrigare di più: ce n’è per tutti i gusti!

Libri da mettere nelle zaino:

Leonardo alle Scuderie del Quirinale

Per il cinquecentenario dalla morte di Leonardo da Vinci, le Scuderie del Quirinale allestiscono una mostra per omaggiare il genio umanista, in collaborazione con il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia di Milano e con la Veneranda Biblioteca Ambrosiana. Si tratta di un’esposizione legata alla storia dell’ingegneria, della cultura scientifico-tecnologica, attraversando il periodo della sua formazione toscana, l’importante soggiorno milanese e infine il tardo periodo romano: l’artista viene collegato ai suoi contemporanei, evitando di presentarlo come se fosse un genio isolato. La mostra procede snodandosi tra i grandi temi cari a Leonardo come lo sviluppo delle macchine per i grandi cantieri di costruzione, l’utilizzo del disegno e della prospettiva come strumenti di conoscenza e rappresentazione, l’arte della guerra tra tradizione e innovazione, il vagheggiamento di macchine fantastiche (come quelle legate al volo), la riflessione sulla città ideale e la riscoperta del mondo classico.
Infine si invita a riflettere circa i cambiamenti della figura di Leonardo nel corso dei secoli.

Manifesto, la mostra al Palazzo delle Esposizioni

Nei pressi delle Scuderie del Quirinale si trova il gigantesco Palazzo delle Esposizioni, il più grande spazio espositivo interdisciplinare nel centro di Roma, che ospita al suo interno un cinema, un auditorium, un forum che funge da sala polifunzionale, un atelier, una libreria. È uno spazio di cultura e suggestioni, capace di proporre ai visitatori progetti qualitativamente elevati, standard tecnologici di eccellenza e politiche di accoglienza degli ospiti attente e moderne. Un centro culturale tra i più aggiornati, in continuo e proficuo scambio con le più importanti istituzioni culturali internazionali. Qui viene ospitata l’istallazione di Julian Rosefeldt Manifesto, tredici schermi che proiettano, ciascuno, un video in cui l’attrice Cate Blanchett dà voce a un’avanguardia e a un movimento culturale del XX secolo. L’attrice vincitrice di ben due oscar interpreta un’insegnante che descrive ai suoi alunni il Dogma 95, un barbone che parla del Manifesto del Partito Comunista e così via.
All’interno del Palazzo sono presenti anche una caffetteria e un ristorante, dove potete fermarvi a mangiare qualcosa.

L’Adolescente di Michelangelo a Fondazione Fendi

Fino a domenica 10 marzo (quindi non si può più rimandare), a Fondazione Fendi si può osservare in via del tutto straordinaria il magnifico Adolescente di Michelangelo, proveniente dall’Ermitage di San Pietroburgo, che segna l’inizio di una collaborazione tra Russia e Italia. La mostra, ad ingresso gratuito, è l’occasione per apprezzare da vicino la passione per l’uomo, per la forza, la bellezza e il coraggio, che distingue Michelangelo dai suoi contemporanei.
Vicino alla Fondazione è presente uno dei luoghi più suggestivi e poco conosciuti di Roma: sul colle Aventino, tra giardini, chiese e il romantico Roseto comunale, è possibile vedere il panorama di Roma da una prospettiva differente, ossia dal buco della serratura della porta del Priorato dei Cavalieri di Malta. Costeggiando il Giardino degli Aranci, si giunge in Piazza Cavalieri di Malta: guardando attraverso il buco del portone del Priorato si può ammirare una splendida prospettiva della Cupola di San Pietro, che appare lungo il viale dei Giardini dell’ Ordine. La vista è molto emozionante a qualsiasi orario del giorno.

Donna. Corpo e immagine tra simbolo e rivoluzione

Vi consigliamo di visitare la Galleria d’Arte Moderna di Roma. Infatti l’edificio che ospita l’esposizione, a pochi passi da Trinità di Monti, è un antico monastero di clausura, risalente alla fine del sec. XVI, dalle quali finestre viene offerta un’insolita prospettiva sul cupolone di San Pietro e sulle estrose forme barocche del campanile di Sant’Andrea delle Fratte, opera di Francesco Borromini. All’interno del museo è presente un’interessante mostra sulla donna, suggerendo una riflessione sulla figura femminile attraverso gli artisti che le hanno rappresentate e celebrate tra Ottocento e Novecento.
La GAM non è distante da Villa Borghese, da Piazza di Spagna e da via Margutta, residenza di personaggi del cinema e dell’arte, come Federico Fellini, Giulietta Masina, Anna Magnani e Giorgio De Chirico. A rendere celebre la via ha contribuito anche il film Vacanze romane, in cui la splendida Audrey Hepburn e Gregory Peck giravano sull’iconica vespa tra le strade di questa incredibile città.

© Riproduzione Riservata