“L’Adolescente” di Michelangelo in esposizione a Roma

Fino al 10 marzo viene esposto "L'Adolescente" di Michelangelo nella sede della Fondazione Alda Fendi - Esperimenti a Roma

MILANO – A Roma, nella sede della Fondazione Alda Fendi – Esperimenti, è possibile ammirare fino al 10 marzo la stupefacente statua L’Adolescente di Michelangelo Buonarroti. L’opera, proveniente dal Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, inaugura un prestigioso rapporto tra l’istituzione russa e quella italiana.

L’opera d’arte

L’Adolescente rappresenta un giovane uomo, dalla corporatura atletica, accovacciato su un blocco di marmo non lavorato in una posizione precaria, a simboleggiare la fase intermedia tra fanciullezza e gioventù. Colpisce per la vividezza dei muscoli della giovane figura, attorno alla quale rimane un’aria eroica, con uno sguardo che cade verso il basso, per l’impegno del gesto e forse per timidezza, mentre ciò che frontalmente resta all’osservatore è la movimentata capigliatura. Il blocco di marmo non lavorato a cui il giovane si appoggia descrive lo sforzo di Michelangelo nel cercare di liberare l’immagine plastica da una sensazione di prigionia. Sergej Androsov, capo del Dipartimento di Belle Arti dell’Europa Occidentale dell’Ermitage, afferma: ” “è stupefacente come Michelangelo sia riuscito a inserire la figura di questo giovane in un blocco di marmo di dimensioni ridotte e dalla forma quadrata e l’abbia poi estratto da lì eliminando via via tutto il superfluo per liberare la figura ivi imprigionata. Ma allo stesso tempo osservando la statua ne percepiamo il suo essere ancora unita al blocco di marmo non ancora completamente distrutto. L’artista non ha ancora sconfitto del tutto la materia e ciò nonostante la sua creazione ha miracolosamente acquistato vita e già emesso i suoi primi sospiri”.

Sempre secondo Androsov, il periodo di realizzazione dell’opera risale agli anni angoscianti che Michelangelo ha trascorso rifugiato nel monastero di San Lorenzo, per aver preso parte alla difesa della Repubblica fiorentina: ecco dunque motivata la visione tragica del mondo della statua che si materializza in un giovane chiuso su se stesso  entro il muro del rifiuto del mondo.

La mostra

Si tratta dell’esposizione straordinaria de L’Adolescente michelangiolesco, proveniente dall’Ermitage di San Pietroburgo, che segna l’inizio di una collaborazione tra Russia e Italia: sono assegnate borse e soggiorni di studio, riservati a un numero selezionato di ricercatori russi, attività scientifiche e culturali congiunte e l’esposizione di capolavori provenienti dall’Ermitage di San Pietroburgo a Roma presso Palazzo Rhinoceros, sede della Fondazione Alda Fendi.

La mostra, ad ingresso gratuito, è l’occasione per apprezzare da vicino la passione per l’uomo, per la forza, la bellezza e il coraggio, che distingue Michelangelo dai suoi contemporanei. Imperdibile.

© Riproduzione Riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here