Pubblicità Lexus

La Lexus celebra con uno spot la storia dell’arte

Al centro dello spot, più che il veicolo dalle linee eleganti ed essenziali, i veri protagonisti sembrano essere celebri quadri che spaziano da Hopper a van Gogh
La Lexus celebra con uno spot la storia dell'arte

MILANO – Attraverso l’arte, che è considerata la prima forma di bellezza, la Lexus rompe i tradizionali canoni della pubblicità con lo spot “The Art of Standing Out”, (L’arte di distinguersi). Al centro dello spot, creato dall’agenzia CHI & Partners, più che il veicolo dalle linee eleganti ed essenziali, i veri protagonisti sembrano essere celebri quadri che spaziano da Hopper a van Gogh.

La scelta dell’arte nella pubblicità

Fino ad ora la nostra attenzione è stata focalizzata su spot pubblicitari, che nel caso di veicoli, vedevano sfrecciare le auto di ultima generazione tra paesaggi mozzafiato. In altri si sottolineavo le caratteristiche tecniche del veicolo, mettendo al cento dello spot le classiche famiglie e coppie felici. Questa volta la CHI & Partners ha voluto sperimentare con un auto di lusso che potrebbe essere stata disegnata dai celebri artisti. La campagna riesce, così, a diventare essa stessa una mostra nella vita quotidiana, mettendo al centro dello spot più che il veicolo gli artisti e i loro dipinti.

I quadri presenti nello spot

Un vero e proprio viaggio nella storia dell’arte, stavolta a bordo di un auto. Per non far perdere di significato  il video, la scelta è ricaduta sulle opere di artisti famosi facilemnte riconoscibili. Queste sono state iserite poi all’interno di scene di vita quotidiana. Il viaggio a bordo dell’auto inizia sfrecciado davanti a una passante, che una volta mostratasialguidatore prende le sembianze della “Ragazza con l’orecchino di perla” di Jan Vermeer. Svoltato l’angolo si passa davanti a un edificio la cui vetrina ricorda i quadri di Mondrian, subito dopo aver visto volare in cielo un palloncino azzurro, chiaro riferimento a “Balloon Dog” di Koons. L’arredamento di un negozio di scarpe celebra, invece, attraverso un vaso poggiato su un mobile, i celebri “Girasoli” di Van Gogh. Passando su un ponte che affaccia sulle sponde di un lago si assiste allo svago dei bagnanti rappresentato in Bagnanti ad Asnieres” di Seurat. Il viaggio a bordo dell’auto terminerà solo a sera, dove l’automobilista parcheggia la sua auto per dedicarsi a un appuntamento immerso nel quadro Nighthawks” di Hopper.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti