Street Art nel borgo

In Molise c’è un borgo che resiste allo spopolamento con la street art

Civitacampomarano è un borgo del Molise a rischio spopolamento. Ha deciso di rilanciarsi puntando sulla street art e la bellezza
In Molise c'è un borgo che resiste allo spopolamento con la Street Art

MILANO – Da vari anni a questa parte molte zone d’Italia sono a rischio spopolamento a causa di vari fattori sociali, come l’industrializzazione e la migrazione interna nel nostro Paese. Infatti a partire dalla Seconda Rivoluzione Industriale, ma in realtà anche da prima, masse di persone cominciarono a spostarsi dalla campagna e dai borghi agricoli verso i centri urbani più grandi, in cui era possibile trovare un lavoro più redditizio e quindi usufruire di una vita più agiata e ricca, non strettamente dipendente dal ritmo delle stagioni e dai frutti della terra. Questo fenomeno di migrazione interna non si è ancora fermato: a causa del forte calo delle nascite, la popolazione italiana è una delle più anziane di Europa e i giovani continuano a migrare da queste zone più periferiche verso zone con una maggiore percentuale di popolazione giovane, ossia le città, attirati dalle maggiori possibilità lavorative.
Si tratta di una vera e propria crisi di spopolamento quella che stanno vivendo alcuni territori del Meridione, come per esempio il Molise.

Civitacampomarano, il borgo del Molise che resiste

Civitacampomarano è un bellissimo borgo molisano che è a rischio spopolamento: essendo lontano dalla vita economica italiana, ha deciso per rialzarsi di puntare sulle sue forze, ossia la bellezza. Civitacampomarano vuole rivivere attraverso il turismo, aggiungendo un tocco di contemporaneità alla sua autenticità di altri tempi e quel tocco è rappresentata dalla street art. Bellissimi murales, giganteschi disegni e scritte simboliche vivono sulle pareti di questo paesino. E in effetti la street art sta dando uno slancio culturale e turistico a questa realtà, ricordando al resto del Molise, ma anche al resto d’Italia della sua esistenza.
Perché sì, nonostante la frase che si sente pronunciare spesso “Il Molise non esiste”, il Molise lotta e resiste.

È organizzato a Civitacampomarano un Festival di Street Art chiamato CVTÀ Street Fest che appunto mescola elementi di autenticità e di contemporaneità. L’artista Biancoshock è stato il protagonista della prima edizione del Festival e ha deciso di dare al borgo un aspetto più social: Web 0.0 è il progetto che prevede il cartello GMAIL sulle cassette della posta, dell’insegna Ebay sopra il negozio alimentari, dell’ironico nome “Avast Antivirus” all’ingresso della farmacia. Queste attività e iniziative non fanno altro che rilanciare paesini come Civitacampomarano e costituiscono un chiaro segnale di “rimboccarsi le maniche” per ricominciare.

© Riproduzione Riservata