Icone della cultura in versione street art, ecco le opere di Lediesis

A Firenze e Roma compiano sui muri delle città 16 icone (reali e no) della cultura pop riviste da Lediesis in chiave street art
Icone della cultura in versione street art, ecco le opere di Lediesis

MILANO – Se mentre state gironzolando per le strade di Firenze o di Roma vi voltate e all’improvviso vi trovate difronte una “grande donna” con la S di Superman sul petto, sappiate che avete davanti a voi un’opera di street art. L’artista/collettivo dal nome Lediesis, infatti, ha scelto come soggetti delle sue opere le grandi donne che hanno lasciato un segno nel mondo.

LEGGI ANCHE: Leonardo si fa un selfie con la Gioconda, street art a Firenze

La super-eroine nella street art di Lediesis

L’artista, Lediesis – o gli artisti (potrebbe trattarsi infatti di un collettivo) – che realizzano questi dirompenti murales, hanno trovato un modo veramente unico ed originale per celebrare le grandi donne del nostro tempo e anche del passato: ognuna di esse viene rivista come una sorta di Supergirl, la super eroina cugina di Superman che ha fatto sognare generazioni intere. Mischiando un po’ di tradizione super-eroistica americana, cultura pop e arte, il risultato non può che essere un’immagine veramente originale che conferisce alle grandi donne un nuovo significato: esse sono ora celebrate come eroine della cultura.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lediesis (@lediesis) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lediesis (@lediesis) in data:

Se le guardiamo bene, notiamo che hanno un tratto in comune: ognuna di loro strizza l’occhio (o destro o sinistro) ai passanti. No, non è un gesto volgare o di seduzione; strizzano l’occhio per dimostrare la loro audacia e per far capire allo spettatore che per avere dei superpoteri non occorre venire da Kripton (il pianeta da cui viene Superman). Anche loro, ognuna a suo modo, sono in un certo senso delle super-eroine poiché hanno lasciato un segno nel mondo, hanno lasciato tracia delle loro abilità e hanno rappresentato la grandezza delle donne.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lediesis (@lediesis) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lediesis (@lediesis) in data:

Icone reali e icone inventate

Non tutte queste eroine però impersonano donne esistite veramente. Difatti al fianco di icone reali come Frida Kahlo, Nefertari, Sofia Loren, Rita Levi Montalcini, Margherita Hack, Anna Magnani, Elena Fabrizi (nei panni della Sora Lella) e Marina Abramovic, compaiono noti personaggi di fantasia come la principessa Leila di Star Wars (interpretata da Carrie Fisher), Beatrix Kiddo (interpretata da Uma Thurman in Kill Bill), Lara Croft, Eva kant, Barbie (versione influencer) e Morticia Addams.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lediesis (@lediesis) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lediesis (@lediesis) in data:

Con questi murales sparsi in giro sia per Firenze che per Roma, queste due città, tra le più importanti al mondo per bellezze artistiche e storiche, si trasformano così una sorta di “Portrait Gallerry di strada che coinvolge il pubblico in specie di caccia al tesoro; per ogni super-eroina che si scova, ce ne sono altre 7 in giro. Non rimane altro che cercale e imbattersi nei loro sguardi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lediesis (@lediesis) in data:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Lediesis (@lediesis) in data:

LEGGI ANCHE: Hula, lo street artist che dipinge tra mare e terra

 

 

© Riproduzione Riservata