Bicentenario Museo del Prado

Google dedica il doodle di oggi al bicentenario del Museo del Prado

Oggi Google dedica il doodle alla fondazione di uno dei musei più importanti al mondo. Seguiteci nel cuore di Madrid per scoprire la storia del Museo del Prado
museo-del-prado-doodle

Sono passati 200 anni dalla nascita del Museo del Prado, uno dei più importanti musei al mondo, che oggi Google ha scelto di celebrare con un Doodle dedicato. Un’illustrazione giocosa che rende omaggio a uno dei templi sacri dell’arte moderna. 

La nascita del Museo del Prado

L’edificio che oggi ospita il Museo del Prado fu commissionato dal re Carlo III di Spagna e affidato all’architetto Juan de Villaneuva. Completati i lavori all’inizio del XIX secolo, l’edificio rischiò la distruzione con lo scoppio della Guerra di indipendenza e il conseguente arrivo delle truppe francesi. Nel 1818 il sovrano Ferdinando VII e la moglie scelsero di recuperare la struttura e affidarle la custodia delle più celebri opere d’arte della Collezione Reale Spagnola. Il Museo, dapprima intitolato “Museo Real de Pinturas”, aprì ufficialmente i battenti il 19 novembre 1819.

Il museo che sopravvisse alla guerra civile spagnola 

Durante la guerra civile spagnola il patrimonio artistico spagnolo fu in grave pericolo. In particolare, il museo del Prado ha vissuto un momento complicato. Le grandiosi opere custodite dentro le stanze del Prado rischiarono di essere depredate e distrutte. Per proteggere le opere dai bombardamenti, furono posti sacchi di sabbia a difesa di sculture e dipinti. Si decise infine di trasferire le opere prima a Valencia e successivamente a Ginevra, da cui furono riportate nella capitale madrilena dopo la seconda guerra mondiale.

 

© Riproduzione Riservata
Commenti