Fitch e Trecartin: un nuovo progetto in Fondazione Prada

Dal 6 Aprile, in Fondazione Prada a Milano, si assisterà al nuovo progetto di Fitch e Trecartin: una mappa stregata in cui i visitatori potranno muoversi
Fitch e Trecartin: un nuovo progetto in Fondazione Prada

MILANO – Dal 6 Aprile, in Fondazione Prada sede Milano, sarà possibile immergersi nel nuovo progetto ideato da Lizzie Finch e Ryan Trecartin: consiste in un’installazione multimediale che indaga il concetto di “nuova” terra promessa e di appropriazione territoriale, in cui sono orchestrati filmati, suoni, performance e sculture per creare uno scenario immersivo.

Fitch e Trecartin: un nuovo progetto in Fondazione Prada

Una mappa stregata

Partendo dall’idealizzazione della vita rurale e dal mito del “ritorno alla terra”, il progetto si sviluppa in ritorno e fuga da questo stesso universo. La struttura di questo nuovo film è strutturato come una mappa stregata: un luogo con una propria autonomia e con delle proprie costruzioni permanenti che includono un vasto edificio rurale, un fiume artificiale e una torre di guardia in mezzo a un bosco; in questo scenario agiscono personaggi che sono sia attivi che passivi. I due artisti intervengono con dislocazioni sul tempo e la memoria, andando ad indagare le nozioni di limite esistenziale, psico-sociologico e fisico.

Saranno adattati all’istallazione il Podium, il Deposito e gli spazi esterni di Fondazione Prada, creando così un ambiente immersivo in cui i visitatori possono muoversi. Effetti visivi e sonori della natura e della vita quotidiana in commistione a una distorsione degli spazi familiari come parchi divertimento, fattorie e fortificazioni. Il nuovo progetto di Fitch e Trecartin approfondisce la fuga dai sistemi e dalle tecnologie di cui siamo circondati.

La mostra è completata dalla proiezione dei film dei due artisti nel Cinema della fondazione.

Fitch e Trecartin: un nuovo progetto in Fondazione Prada

Lizzie Fitch e Ryan Trecartin

Lizzie Fitch e Ryan Trecartin lavorano in stretta collaborazione dal loro primo incontro alla
Rhode Island School of Design nel 2000. Da questo momento in poi i loro lavori sono stati esposti in molte mostre organizzate da importanti istituzioni internazionali come: Whitney Museum of American Art, New York, USA (2006); MoMA PS1, Long Island City, USA (2011); Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, Francia (2011–12); Biennale di Venezia, Italia (2013); KW Institute for Contemporary Art, Berlino, Germania (2014–15) e Astrup Fearnley Museet, Oslo, Norvegia (2018). I due artisti lavorano insieme nel loro studio ad Athens, Ohio.

© Riproduzione Riservata