Arte - Ask curator day, domande ai curatori dei musei

#Askacurator, utenti e curatori museali dialogano

Oggi ricorre l’Ask a curator day, evento social che permette per un giorno agli utenti del mondo digital di interagire, porre domande e approfondire temi a loro cari rivolgendosi agli esperti di tutto il mondo e avvicinandosi alla realtà museale.
#Askacurator,utenti e curatori museali dialogano

MILANO – Per il terzo anno consecutivo chiunque potrà avere un contatto diretto con i curatori dei maggiori musei. Le nostre curiosità verranno soddisfatte con risposte quasi in tempo reale grazie all’ Ask curator day, evento social dedicato agli appassionati d’arte che grazie all’hashtag ufficiale #Askacurator potranno aprire un importante canale diretto di discussione con i curatori dei musei che aderiscono all’iniziativa.

COME NASCE – Nato nel 2010, è diventato un evento quindi che dal 2012 si tiene ormai con scadenza annuale intorno alla metà di settembre grazie al lavoro di promozione e coordinamento svolto da Mar Dixon, una consulente di social media e audience development.

I DATI DEL 2015 – La popolarità dell’appuntamento annuale, cresciuta progressivamente nel tempo, registra nel 2015 la partecipazione di 984 istituzioni in 49 Nazioni e per il momento l’Italia schiera alla tastiera 38 realtà museali. La lista, consultabile sulla pagina della promotrice @MarDixon, è tuttavia in continuo aggiornamento e sono previste modifiche.

DOMANDE SENZA LIMITI – L’area di indagine è ampia e priva di limitazioni e l’invito è esteso a domande tanto banali quanto articolate. Si potrà parlare di collezioni, allestimenti, fonti di ispirazione, giornate tipo e gli interlocutori risponderanno dal MoMA, dalla Tate, dal Museo MADRE o dal Centre Pompidou, solo per citarne alcuni.

I MUSEI ITALIANI CHE PARTECIPANO – Il luogo dell’incontro è Twitter, nessuna domanda è vietata e fra i musei italiani interrogati troviamo il Maxxi, il Madre, il castello di Rivoli, il museo del Novecento che fanno parte delle 970 istituzioni che partecipano in tutto il mondo all’iniziativa. Una giornata intera che offre la possibilità di scoprire i segreti degli allestimenti, risolvere dubbi sulla scelta degli artisti o cercare spiegazioni su mostre incomprensibili tutto all’insegna di un incontro diretto fra il pubblico e il museo, mai così vicino.

16 settembre 2015

© Riproduzione Riservata
Commenti